Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: ven 06 lug 2012, 17:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 30 apr 2012, 4:01
Messaggi: 287
Immagini: 35
Località: Rosia (Siena)
sie che scusate per la lungaggine andrea,ottima spigazione lucida e chiara.

_________________
All'ombra dell'ultimo sole,si era assopito un pescatore e aveva un solco lungo il viso,come una specie di sorriso"


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: ven 06 lug 2012, 21:29 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
a nessun cliente è chiesto di giustificare o accettare un'aumento...così come a nessuna azienda è chiesto di lavorare in perdita.
questa azienda ha deciso, come molte altre ...di stringere la cinghia su prodotti di largo consumo che consentono comunque di gestire un margine , mentre probabilmente non si riesce a fare altrettanto sulle materie prime.
non vi è nulla di strano che si riesca a contenere e "spalmare" un'incremento su un prodotto semilavorato come un mix, in quanto basta riprogrammare le politiche aziendali e le modalità di produzione , tagliando costi accessori , tipo giacenza di magazzino , costo manodopera ecc., mentre su un prodotto fatto da un fornitore e rivenduto tale quale previo reimbustamento (tipo la soia) non vi è molto da poter fare.
in questo caso l'unica soluzione è trovare una soia più economica....ma questa manovra io personalmente non la potrei accettare ...

nella mia attività(il fitness)nell'ultimo anno , i costi di gestione(gas, corrente, personale) sono aumentati del 30% e paradossalmente i miei clienti hanno meno soldi da spendere...che faccio? lavoro in perdita 1-2 anni sperando che cambi ? io ho scelto di mantenere il prezzo dell'abbonamento annuale , mentre ho dovuto aumentare il prezzo degli abbonamenti da 3 mesi, delle sedute singole, dei personal training ecc.

ciò nonostante ritengo che l'azienda debba cercare di mantenere tutti i clienti , con particolare attenzione ai self maker di vecchia data (che purtroppo rappresentano una piccola parte della clientela big-fsh ..tanto per capirci una minima parte rispetto chessò a chi acquista i mix già fatti o le ready made). di conseguenza vi invito, se ci tenete ad utilizzare prodotti di alta qualità, a contattare direttamente il magazzino big-fish e provare a valutare che con acquisti di buona entità , riuscite ad ottenere il prezzo che ritenete reciprocamente vantaggioso.
chiedere non costa nulla...

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: ven 06 lug 2012, 21:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 20 nov 2009, 15:54
Messaggi: 1348
Immagini: 68
Località: Ferrara
Già fatto Sergio, e più di una volta! Devo ammettere però che la correttezza che Big Fish ha nei confronti dei propri rivenditori supera la voglia di vendere direttamente al privato, nonostante le quantità possano essere interessanti, è vero però che bisogna vedere quali sono le quantità che realmente possono essere ritenute tali!
Personalmente non compro mai meno di 1 sacco da 20-25kg per tipo di farina (escludendo ovviamente gli estratti e compagnia bella) e ogni ordine è dell'ordine di 80-100kg o più di varie farine, questi quantitativi capisco che possano essere interessanti per qualc'uno e meno per altri.
Ciao

_________________
Andrea Maestri


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: sab 07 lug 2012, 12:25 
Non connesso

Iscritto il: sab 22 gen 2011, 23:40
Messaggi: 610
Immagini: 6
Località: ferrara
sergio tomasella ha scritto:
a nessun cliente è chiesto di giustificare o accettare un'aumento...così come a nessuna azienda è chiesto di lavorare in perdita.
questa azienda ha deciso, come molte altre ...di stringere la cinghia su prodotti di largo consumo che consentono comunque di gestire un margine , mentre probabilmente non si riesce a fare altrettanto sulle materie prime.
non vi è nulla di strano che si riesca a contenere e "spalmare" un'incremento su un prodotto semilavorato come un mix, in quanto basta riprogrammare le politiche aziendali e le modalità di produzione , tagliando costi accessori , tipo giacenza di magazzino , costo manodopera ecc., mentre su un prodotto fatto da un fornitore e rivenduto tale quale previo reimbustamento (tipo la soia) non vi è molto da poter fare.
in questo caso l'unica soluzione è trovare una soia più economica....ma questa manovra io personalmente non la potrei accettare ...

nella mia attività(il fitness)nell'ultimo anno , i costi di gestione(gas, corrente, personale) sono aumentati del 30% e paradossalmente i miei clienti hanno meno soldi da spendere...che faccio? lavoro in perdita 1-2 anni sperando che cambi ? io ho scelto di mantenere il prezzo dell'abbonamento annuale , mentre ho dovuto aumentare il prezzo degli abbonamenti da 3 mesi, delle sedute singole, dei personal training ecc.

ciò nonostante ritengo che l'azienda debba cercare di mantenere tutti i clienti , con particolare attenzione ai self maker di vecchia data (che purtroppo rappresentano una piccola parte della clientela big-fsh ..tanto per capirci una minima parte rispetto chessò a chi acquista i mix già fatti o le ready made). di conseguenza vi invito, se ci tenete ad utilizzare prodotti di alta qualità, a contattare direttamente il magazzino big-fish e provare a valutare che con acquisti di buona entità , riuscite ad ottenere il prezzo che ritenete reciprocamente vantaggioso.
chiedere non costa nulla...

Il tuo discorso non fa una grinza , ma non mi sento di biasimare gli amici (Juri, AndreaFE e Daniele) che precedentemente hanno risposto. Il periodo è duro per tutti;nella fattispecie per chi ha famiglia e deve con il proprio stipendio arrivare a fine mese mantenendo come unico lusso ( perché per chi prepara la posta, ormai di lusso si deve parlare) il carpfishing .
Tra l'altro credo che, più che di "ribellione",si tratti di rammarico, vedendosi impossibilitati a mantenere il rapporto con i prodotti BF.
Unica nota positiva (meglio dire agrodolce) è che gli aromi hanno mantenuto gli stessi prezzi.

Grazie a te ed a Giustini per le precisazioni

franco gallani

_________________
.... " VIRTUDE DUCE COMITE FORTUNA ...... ! "
(Con la Virtù come guida e la fortuna come compagna)


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: sab 07 lug 2012, 12:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 05 lug 2007, 15:18
Messaggi: 847
Immagini: 1
per quanto possa servire posso testimoniare che alcune materie prime sono ai massimi storici
la soja per uso zootecnico per esempio è arrivata a 500 € la tonnellata (intendiamoci, questo è il prezzo della soja nuda e cruda che finisce nei mangimi dei maiali e che non ha subito alcun trattamento, per chi ne ordina autotreni tutti i giorni) e chi è del mestiere (per inciso il responsabile acquisti del mangimificio dove lavoro) dice che non si sarebbe mai e poi mai aspettato di arrivare a questi prezzi
quindi capisco pienamente che su certe cose ci possono essere forti aumenti
e faccio un'applauso a big fish perchè è riuscita a mantenere ottimi prezzi su altri prodotti facendo economie di scala e organizzando la produzione
chiudo il mio intervento dicendo che comunque alcuni negozianti per certi quantitativi mantengono ancora prezzi più che accettabili, bisogna solo saper cercare
se non si ha voglia di cercare meglio prendere i mix pronti e togliersi due pensieri (trovare le farine e sperare di aver fatto anche un mix performante) o le ready made e togliersi anche il pensiero di dover rullare

ps: comunque sono in buona con big fish solo perchè ho passato la notte insonne per via delle partenze!!! ;)

_________________
Davide Dinosio


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: sab 07 lug 2012, 13:14 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 12 ott 2004, 20:33
Messaggi: 3147
Immagini: 366
Località: villa adriana (roma)
Avere delle perplessità è legittimo, fornire delle delucidazioni è per noi atto dovuto anche se la discussione, ha subito una sterzata importante rispetto all'oggetto del post...
L'azienda ha tutto l'interesse a mantenere alto il livello dei prodotti distribuiti poichè è l'unico patrimonio che le consente di essere leader, da un decennio, del panorama italiano.
Una leadeship ribadita anche nell'ultimo anno, dove, nonostante le difficoltà economiche nelle quali il paese verte, sono state strette sinergie importanti con solar e Ripamonti, in un contesto già ricco, dove erano già presenti marchi al top come aqua, century, gardner, enterprise, cygnet, trakker etc..

Vorrei sottolineare, perchè mi pare ci sia sfuggito, che bf ha sempre investito molto nelle risorse umane che ha a disposizione (team) credendo da sempre sia in progetti innovativi sia nell'ottimizzazione dei prodotti dei marchi distribuiti.
Tutta questa attività, presuppone sicuramente dei costi, costi che evidentemente solo il boss può conoscere nel dettaglio ma credo che non serva uno sforzo enorme per capire che si tratti comunque di costi importanti.
Ora, stabilità la legittimità di spendere il proprio denaro come meglio si crede (e ci mancherebbe altro) vorrei che fosse chiaro un concetto che ho fatto mio da quando è iniziata la mia collaborazione con fabio boscolo; Big Fish ha una sua connotazione, un suo stile, un suo modo di stare nel mercato e di produrre-proporre-distribuire, prodotti che siano solo il top sia nel campo delle attrezzaure che delle esche, con un pizzico di presunzione e d'orgoglio, non ci siamo mai accontentati perchè vogliamo da sempre essere assoluti protagonisti, lasciando che siano gli altri a guardarci dal buco della serratura.....saluti

_________________
97 5978


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: sab 07 lug 2012, 13:21 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 17 feb 2009, 20:18
Messaggi: 3221
Immagini: 415
Località: Bologna
Le farine di estrazione sono quelle che compongono i birdfood che nel corso degli ultimi anni hanno avuto aumenti esponenziali anno dopo anno..
Personalmente opero da 24 anni in un settore che è considerato la "forza motrice" dell'economia "siderurgico-metallurgico-metalmeccanico".
I prodotti che subiscono i processi enzimatici e di precottura hanno subito un aumento nell'energia elettrica del 35% (e batate bene questo 3 anni fa e poi è continuata).
Ingredienti come i caseinati bf hanno sempre avuto grandi riscontiri sul mercato perchè di ottima qualita e a prezzi di gran lunga inferiori alla concorrenza.
Passano gli anni e bf non aumenta i prezzi degli ingredienti accollandosi i mancati utili a discapito della qualita offerta.
A un certo punto decide di allineare i prezzi all'andamento del mercato pensando di NON essere una società di beneficenza.
E' forse piu corretto mantenere prezzi bloccati e via via peggiorare nella qualità per mantenere invariati i profitti?
Francamente non vi capisco...se un catalogo ha costi elevatissimi in migliaia di euro e una azienda decide di privarsene a suo rischio e pericolo, ma a patto di non far gravare questi costi sui prodotti e quindi sugli utenti finali va crocefissa??
State deragliando di brutto ragazzi...


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: sab 07 lug 2012, 13:49 
Non connesso

Iscritto il: sab 22 gen 2011, 23:40
Messaggi: 610
Immagini: 6
Località: ferrara
marco bacchelli ha scritto:
Le farine di estrazione sono quelle che compongono i birdfood che nel corso degli ultimi anni hanno avuto aumenti esponenziali anno dopo anno..
Personalmente opero da 24 anni in un settore che è considerato la "forza motrice" dell'economia "siderurgico-metallurgico-metalmeccanico".
I prodotti che subiscono i processi enzimatici e di precottura hanno subito un aumento nell'energia elettrica del 35% (e batate bene questo 3 anni fa e poi è continuata).
Ingredienti come i caseinati bf hanno sempre avuto grandi riscontiri sul mercato perchè di ottima qualita e a prezzi di gran lunga inferiori alla concorrenza.
Passano gli anni e bf non aumenta i prezzi degli ingredienti accollandosi i mancati utili a discapito della qualita offerta.
A un certo punto decide di allineare i prezzi all'andamento del mercato pensando di NON essere una società di beneficenza.
E' forse piu corretto mantenere prezzi bloccati e via via peggiorare nella qualità per mantenere invariati i profitti?
Francamente non vi capisco...se un catalogo ha costi elevatissimi in migliaia di euro e una azienda decide di privarsene a suo rischio e pericolo, ma a patto di non far gravare questi costi sui prodotti e quindi sugli utenti finali va crocefissa??
State deragliando di brutto ragazzi...

Credo Marco che tu non abbia colto lo svolgimento della discussione, che è partita inizialmente con coloro che chiedevano la bella rivista luccicante- patinata, per poi passare ad una richiesta di un listino prezzi ufficiale visto che i negozianti ci facevano notare che dal 01/04/2012 il listino BF ha subito un aumento . Ora in questo periodo ho fatto alcuni ordini senza alcun riferimento e pagando anche 24€ un kg di caseina acida BF.
Capisco che 1 kg è una piccola quantità ( infatti mi serviva per fare 10kg di prova) ma guardando poi il sito di Boscolo Sport mi sono reso conto che , considerandolo listino ufficiale, il prezzo era di 23 € .. Ora credo che non ci sia bisogno di confusione, nè tantomeno di commercianti che approfittano della situazione ! Credo che pubblicare anche su questo forum un listino del tipo:
caseina ac. 1 kg ....€ ; 5 kg......€
ecc. ecc.................................
non sia cosa cosi drammmatica .

franco gallani

_________________
.... " VIRTUDE DUCE COMITE FORTUNA ...... ! "
(Con la Virtù come guida e la fortuna come compagna)


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: sab 07 lug 2012, 19:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 20 nov 2009, 15:54
Messaggi: 1348
Immagini: 68
Località: Ferrara
€24,00 1kg di caseina? Alla faccia, ma lo sapevi prima di comprarla o l'hai imparato quando hai pagato il corriere?
Mi sembra veramente troppo, almeno per i miei standard! (anche marcata b.f.).

Marco qui non si parla del costo del catalogo (giustissimo risparmiare in questo senso), ma si discute sulla reale necessità di avere dei prezzi di riferimento direttamente dell'azienda distributrice/produttrice,in questo caso b.f., solo per il fatto di riuscire a capire se i negozianti stiano facendo il loro lavoro come al solito o se ne stiano aprofittando sfruttando il marchio Big Fish, tutto qui!
Il catalogo va benissimo in formato eletronico (pdf, world e qualunque altro programma), anzi meglio, si risparmiano soldi e alberi :))
Ciao

_________________
Andrea Maestri


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: sab 07 lug 2012, 23:04 
Non connesso

Iscritto il: mer 30 giu 2010, 9:15
Messaggi: 154
Immagini: 3
Località: Settala(mi)
sergio tomasella ha scritto:
a nessun cliente è chiesto di giustificare o accettare un'aumento...così come a nessuna azienda è chiesto di lavorare in perdita.
questa azienda ha deciso, come molte altre ...di stringere la cinghia su prodotti di largo consumo che consentono comunque di gestire un margine , mentre probabilmente non si riesce a fare altrettanto sulle materie prime.
non vi è nulla di strano che si riesca a contenere e "spalmare" un'incremento su un prodotto semilavorato come un mix, in quanto basta riprogrammare le politiche aziendali e le modalità di produzione , tagliando costi accessori , tipo giacenza di magazzino , costo manodopera ecc., mentre su un prodotto fatto da un fornitore e rivenduto tale quale previo reimbustamento (tipo la soia) non vi è molto da poter fare.
in questo caso l'unica soluzione è trovare una soia più economica....ma questa manovra io personalmente non la potrei accettare ...

nella mia attività(il fitness)nell'ultimo anno , i costi di gestione(gas, corrente, personale) sono aumentati del 30% e paradossalmente i miei clienti hanno meno soldi da spendere...che faccio? lavoro in perdita 1-2 anni sperando che cambi ? io ho scelto di mantenere il prezzo dell'abbonamento annuale , mentre ho dovuto aumentare il prezzo degli abbonamenti da 3 mesi, delle sedute singole,
dei personal training ecc.


Hai ragione Sergio, ma come tu non puoi lavorare in perdita nemmeno io posso arrivare a fine mese in rosso,e visto che io non posso alzare il mio stipendio da solo,l'unica cosa che posso fare è quella che quando qualcosa costa troppo la lascio li. Non c'e niente di personale,io da quando è uscita la soia big fish ho usato solo quella, non perché amo bf ma perché ne avevo usate già 100 tipi e mi sono accorto subito che era migliore ed il prezzo era giusto. Capisco anche che si sia puntato ad aumentare quello che si vende meno per tenere i prezzi di quello che si vende di più. Ma visto che io boilies e mix già fatti non ne compro la cosa non mi fa certo contento. Comunque io non sono disposto a pagare la soia 5€ al kg come anche altri ingredienti ho visto che sono quasi raddoppiati, ma molto probabilmente ci sara' chi è disposto a farlo.

Chiaro che questa non è certo una critica, molto probabilmente anche io a fronte di un aumento della materia prima mi sarei comportato di conseguenza, ma il discorso non cambia,un kg di boilies mi costa il doppio se le farine costano il doppio.


ciò nonostante ritengo che l'azienda debba cercare di mantenere tutti i clienti , con particolare attenzione ai self maker di vecchia data (che purtroppo rappresentano una piccola parte della clientela big-fsh ..tanto per capirci una minima parte rispetto chessò a chi acquista i mix già fatti o le ready made). di conseguenza vi invito, se ci tenete ad utilizzare prodotti di alta qualità, a contattare direttamente il magazzino big-fish e provare a valutare che con acquisti di buona entità , riuscite ad ottenere il prezzo che ritenete reciprocamente vantaggioso.
chiedere non costa nulla...

_________________
Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell'Occidente è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere né il presente né il futuro. Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto.

Dalai Lama



Juri Furino


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: sab 07 lug 2012, 23:06 
Non connesso

Iscritto il: mer 30 giu 2010, 9:15
Messaggi: 154
Immagini: 3
Località: Settala(mi)
Hai ragione Sergio, ma come tu non puoi lavorare in perdita nemmeno io posso arrivare a fine mese in rosso, e visto che io non posso alzare il mio stipendio da solo,l'unica cosa che posso fare è quella che quando qualcosa costa troppo la lascio li. Non c'e niente di personale,io da quando è uscita la soia big fish ho usato solo quella, non perché amo bf ma perché ne avevo usate già 100 tipi e mi sono accorto subito che era migliore ed il prezzo era giusto. Capisco anche che si sia puntato ad aumentare quello che si vende meno per tenere i prezzi di quello che si vende di più. Ma visto che io boilies e mix già fatti non ne compro la cosa non mi fa certo contento. Comunque io non sono disposto a pagare la soia 5€ al kg come anche altri ingredienti ho visto che sono quasi raddoppiati, ma molto probabilmente ci sara' chi è disposto a farlo.

Chiaro che questa non è certo una critica, molto probabilmente anche io a fronte di un aumento della materia prima mi sarei comportato di conseguenza, ma il discorso non cambia,un kg di boilies mi costa il doppio se le farine costano il doppio.

_________________
Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell'Occidente è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere né il presente né il futuro. Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto.

Dalai Lama



Juri Furino


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: dom 08 lug 2012, 5:56 
Non connesso

Iscritto il: sab 22 gen 2011, 23:40
Messaggi: 610
Immagini: 6
Località: ferrara
andrea080577 ha scritto:
Marco qui non si parla del costo del catalogo (giustissimo risparmiare in questo senso), ma si discute sulla reale necessità di avere dei prezzi di riferimento direttamente dell'azienda distributrice/produttrice,in questo caso b.f., solo per il fatto di riuscire a capire se i negozianti stiano facendo il loro lavoro come al solito o se ne stiano aprofittando sfruttando il marchio Big Fish, tutto qui!
Il catalogo va benissimo in formato eletronico (pdf, world e qualunque altro programma), anzi meglio, si risparmiano soldi e alberi :))
Ciao

Io e te Andrea non siamo quasi mai d'accordo su nulla, ma questa volta non posso che quotarti ,esprimendo con il tuo messaggio, ciò che preme a me, e alla clientela BF.
Ora intendo non partecipare più a questa discussione perché , mi pare, di urtare la suscettibilità di talune persone che, per altro, stimo e rispetto.
Augurandomi di vedere presto un listino ufficiale su cui fare riferimento, in modo da ottenere , a fronte di una contrattazione, il prezzo migliore, saluto gli irriducibili forumisti nonchè appassionati carpisti.

franco gallani

_________________
.... " VIRTUDE DUCE COMITE FORTUNA ...... ! "
(Con la Virtù come guida e la fortuna come compagna)


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: dom 08 lug 2012, 8:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 20 nov 2009, 15:54
Messaggi: 1348
Immagini: 68
Località: Ferrara
franco ha scritto:
Io e te Andrea non siamo quasi mai d'accordo su nulla,


Esagerato! Abbiamo avuto delle divergenze sicuramente, ma mi sembra che la pensiamo uguale su molte cose per quanto riguarda la pesca, dalla pasturazione alla qualità delle esche e delle farina, dalla voglia di provarci, ai prezzi, alla tecnica o sbaglio?
Le divergenze, guarda caso, erano legate ai prezzi (che purtroppo io precedo acquistando come sai) e mi trovo ad anticipare alcuni aumenti oppure a riuscire tenere fermi i prezzi per molto tempo in base alla mia bravura o incapacità di prevedere gli aumenti.
Ciao

_________________
Andrea Maestri


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: dom 08 lug 2012, 12:27 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 12 ott 2004, 20:33
Messaggi: 3147
Immagini: 366
Località: villa adriana (roma)
franco ha scritto:
Ora intendo non partecipare più a questa discussione perché , mi pare, di urtare la suscettibilità di talune persone che, per altro, stimo e rispetto.
Augurandomi di vedere presto un listino ufficiale su cui fare riferimento, in modo da ottenere , a fronte di una contrattazione, il prezzo migliore, saluto gli irriducibili forumisti nonchè appassionati carpisti.
franco gallani


Franco, metto le mani avanti.
Non so se il tuo intervento sia rivolto anche a me, per quanto mi riguarda, finchè la discussione si mantiene su un piano di reciproca correttezza (come mi pare sia questo contesto) mi sta benissimo che la discussione continui.
Chi ragiona con più di un neurone sa quanto far pesare le critiche negative quindi discussionmi come questa, fanno solo bene, te lo garantisco.
In cuo mio ho capito ormai che divulgare il catalogo 2012 seppure in pdf o tramite qualche applicazione che consenta di scaricarlo, su ipad, iphone, android etc (stiamo valutando tutto da tempo) forse non sposterà troppo le convinzioni che abbiamo.
Se continuiamo a contestare l'aumento di prezzo di determinati prodotti non arriveremo mai a meta, sono valutazioni ponderate dal titolare e tendo a pensare che determinate risultanze abbiano scontentato lui stesso per primo.

_________________
97 5978


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Catalogo
MessaggioInviato: dom 08 lug 2012, 13:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 20 nov 2009, 15:54
Messaggi: 1348
Immagini: 68
Località: Ferrara
Ale non ho capito quali convinzioni avete!
Per come intendo io l'evoluzione di questo post penso che non si stia criticando gli aumenti in sè, quanto una mancanza i controllo sui prezzi in generale.
Fino ad ora Big Fish è sempre stata più che competitiva su tutta la sua gamma, ora gli aumenti di prezzi appianano le differenze, ma ciò che resta invariato è la qualità.
Senza un'indicazione di prezzi non è più possibile capire se il rivenditore ci stà marciando sfruttando il marchio (e credimi c'è ne sono...), non è più possibile fare confronti tra vari prodotti di simile qualità (magari si scoprirà che b.f. rimane la più vantaggiosa....), si annulla il potere di contrattazione del cliente, si lascia libera interpretazione al rivenditore di spingere prodotti più economici spacciandoli per simili o uguali solo perchè ha un margine di guadagno superiore (anche di questo caso conosco svariati esempi).
Ben venga un formato elettronico e niente più carta per risparmiare soldi e ambiente, ma una linea giuda secondo me ci vuole.
Pareri personali ovviamente.
Ciao

_________________
Andrea Maestri


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.