Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: dom 25 gen 2015, 13:14 
Non connesso

Iscritto il: mar 05 apr 2011, 19:41
Messaggi: 127
Immagini: 4
Località: ariano irpino (av)
Buongiorno, vorrei avere delle spiegazioni riguardo una cosa che a voi, può sembrare banale ma secondo me, non lo è... Vorrei sapere usando uno stick o un solid bag, che di solito hanno un tempo di scioglimento in acqua inferiore al minuto, perchè ne ho testati diversi e di marche diverse, come devo fare ad avere la certezza assoluta che l'innesco una volta toccato la superficie dell' acqua e raggiunge il fondo, anche con profondità notevoli, sia coperto e non si sposta dal fondo, dopo aver recuperato il filo in eccesso e poi mettendo la canna sul pod. Io di solito, dopo aver lanciato a circa 80-90mt, impiego più di un minuto per far affondare il filo e mettere la canna sul pod... Su un giornale di pesca, avevo letto un articolo (carpa x tutti del 2011), che spiegava appunto che un innesco coperto dalla pastura, è migliore di uno lasciato scoperto... L'unica cosa che ho pensato che potesse andare bene, fosse doppiare il pva, ma sta di fatto che non mi piace perchè si formano dei grumi che difficilmente si sciolgono anche dopo parecchio tempo. Grazie.

_________________
Pasquale Gelormino


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: dom 25 gen 2015, 20:29 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: ven 08 ott 2010, 17:50
Messaggi: 389
Immagini: 230
Località: fano
Ciao Pasquale,molto dipende anche dalla temperatura dell'acqua, mi spiego, nelle stagioni piu' fredde, diciamo con temperatura non sopra i 15 gradi,il sacchetto, ha un tempo di scioglimento maggiore, quindi sei sicuro dell'arrivo sul fondo in perfetto assetto.
Pescando anche in profondita' elevatissime, 20 metri per esempio estremo,il tuo solid bag,ad arrivare sul fondo ci mette un tempo massimo di 4 -5 secondi, tempo comunque non sufficiente a farlo sciogliere. Per rendere piu' veloce la discesa del nostro sacchetto, ti consiglio, una volta pronto, di forarlo con un ago da innesco, in modo che l'aria al suo interno,una volta a contatto con l'acqua,esca..
Personalmente anche io odio i residui di PVA che rimangono sulla mia lenza, e questo capita sempre e solo nello stesso punto, cioe' dove chiudiamo il sacchetto...
un rimedio semplice e',non chiudere il solid bag leccando e arrotolando sul leadcore il pva rimanente,
ma utilizzare il nastro in pva come questo

9585

ti lascio anche un piccolo video che ti aiutera' nella costruzione del solid bag perfetto ;-)

https://www.youtube.com/watch?v=b7zAZDbU_6Q


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: lun 26 gen 2015, 10:00 
Non connesso

Iscritto il: mar 05 apr 2011, 19:41
Messaggi: 127
Immagini: 4
Località: ariano irpino (av)
Grazie, avevo già visto il video, anche se personalmente preferisco chiuderli in un altro modo senza usare il nastro, con la saliva... Comunque io sapevo che di norma ogni 4-5 metri di profondità che scende il sacchetto, bisogna doppiarlo perchè lo avevo letto sia su un giornale e sia guardando un video di carpfishing... Comunque vorrei sapere dopo che ho lanciato, come devo fare per non far spostare la montatura che è arrivata sul fondo, quando recupero il filo in eccesso e metto la canna sul pod ? Poi leggendo sempre questo giornale, (carpa x tutti di aprile 2011), spiegava che come presentazione migliore, è meglio che l'amo sia coperto dalla pastura lasciata dallo scioglimento di uno stick o di un sacchetto, in modo che l'innesco facendo un paragone, è come se fosse una ciliegina sulla torta e la carpa, è meno diffidente... Saluti.

_________________
Pasquale Gelormino


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: lun 26 gen 2015, 11:12 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 19 apr 2011, 9:35
Messaggi: 812
Immagini: 119
Località: Maccarese (Rm)
Secondo me è molto difficile non spostare il terminale quando si mette in tiro la canna con zavorre inferiori a 200gr. Con piombi piccoli lo faccio a mano tirando la lenza delicatamente e avvolgendo il filo in eccesso. Se blocchi il piombo prima che tocchi l'acqua la lenza tende gia di per se ad allinearsi (senza vento naturalmente) e hai meno problemi. Però perdi inevitabilmente qualche metro di gittata

_________________
-- Fabio Canteri --


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: lun 26 gen 2015, 20:01 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: ven 08 ott 2010, 17:50
Messaggi: 389
Immagini: 230
Località: fano
Come ti dicevo Pasquale, la temperatura dell'acqua e' un dato fondamentale,ovvio che in piena estate a pescare in profondità il rischio aumenti, ma secondo me, rimani comunque in un tempo di scioglimento più che sufficiente per far arrivare il sacchetto sul fondo...
ma se ti fa star più tranquillo, doppialo pure, ma non chiuderlo con la saliva...Quando tu bagni il sacchetto e arrotoli l'eccesso sulla lenza, per chiuderlo, crei un punto di difficile scioglimento, soprattutto con un doppio sacchetto,e' li che hai notato che rimane il grumo??
Per essere sicuro che non si sposti il piombo una volta che tutto e' pronto, come diceva il buon Fabio,devi far si che il sacchetto tocchi l'acqua con il filo quasi in tiro,quindi ,quando vedi che stai per toccare l'acqua fermi l'uscita del filo con la mano,dalla bobina,questo ti permetterà di aver la lenza già in tiro mentre il sacchetto sta scendendo...tenendo il filo con una mano, ti accorgerai di quanto poco tempo ci voglia al sacchetto per toccare il fondo,quando senti che ciò e' successo, appoggia la canna sul pod, il filo non devi necessariamente metterlo in tiro, anzi, se leggermente morbido,e' ancora meglio, per evitare vibrazioni in acqua..In questo modo, il piombo non si sara' mosso di un centimetro..

Per qualsiasi dubbio, chiedi pure Pasquale ;-)


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: mar 27 gen 2015, 9:29 
Non connesso

Iscritto il: mar 05 apr 2011, 19:41
Messaggi: 127
Immagini: 4
Località: ariano irpino (av)
Ho capito, ma devo arrestare la fuoriuscita del filo quando tocca l'acqua oppure quando il terminale è ancora in aria prima di toccare l'acqua ? e poi posso direttamente chiudere l'archetto del mulinello per fare questa cosa, oppure devo bloccare il filo con la mano? facendo questa operazione che mi avete suggerito il terminale quando tocca l'acqua penso in modo violento (parlando però di un bolt rig + stick) non c'è il rischio che si possa aggrovigliare ? Io di solito quando lancio prima che il terminale tocchi l'acqua, alzo un pò la canna in modo che l'impatto, sia meno violento... Quando vado tra 1 settimana a pesca, devo fare dei lanci di prova prima di iniziare a pescare per vedere come funziona e devo provare anche a cronometrare buttando una retina con lo stick in acqua, calcolando il tempo di scioglimento... Comunque l'acqua di questo lago, non è mai troppo fredda, non ghiaccia mai, anche perchè ha la temperatura più alta rispetto agli altri laghi ... Grazie per i vostri consigli.

_________________
Pasquale Gelormino


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: mar 27 gen 2015, 10:50 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 19 apr 2011, 9:35
Messaggi: 812
Immagini: 119
Località: Maccarese (Rm)
No pasquale non chiudere l'archetto ma rallenta il filo con il palmo della mano poco prima che il piombo tocchi l'acqua. Fai qualche lancio di prova così prendi dimestichezza. Questa tecnica viene usata proprio per evitare grovigli del terminale che trovandosi dietro il piombo durante il volo rischia di aggrovigliarsi con lo shock leader. Non bloccare il filo troppo presto, tieni d'occhio il piombo quando è in aria e blocca il filo in prossimità dell'acqua quando ha praticamente esaurito la sua energia evitando stress dannosi al monofilo. Tienici aggiornati

_________________
-- Fabio Canteri --


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: mar 27 gen 2015, 13:51 
Non connesso

Iscritto il: mar 05 apr 2011, 19:41
Messaggi: 127
Immagini: 4
Località: ariano irpino (av)
Ho capito, va bene... Quando andrò a pesca, tempo permettendo, farò dei lanci come mi avete suggerito e vi farò sapere. Grazie per i consigli. Saluti.

_________________
Pasquale Gelormino


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: ven 27 feb 2015, 10:34 
Non connesso

Iscritto il: mar 05 apr 2011, 19:41
Messaggi: 127
Immagini: 4
Località: ariano irpino (av)
Buongiorno, ieri sono stato a pesca e ho applicato questo metodo... Alla fine è uguale a quello che già uso quando vado al fiume a fare spinning ai cavedani solo usando una canna di 5 piedi più lunga... il principio è quello, avevo capito male io inizialmente... L'unica cosa è che il fondale della cava dove ho pescato ieri, è abbastanza duro e irregolare, dopo aver lanciato (piombo in line da 85gr+ pva bag swivel + terminale e rete in pva lunghi entrambi 12-13cm) e messo la canna sul pod nell'arco di 30 secondi, e cercando di mettere il filo in tensione, il piombo, non resta trattenuto dal fondale, rispetto ad altri laghi che frequento dove il fondo è fangoso, quindi per fare un esempio, quando recupero il filo in eccesso, c'è un continuo tira e molla e il filo resta sempre abbastanza lasco, anche usando il rizalite da 5gr che resta tutto abbassato, può dipendere però anche dalla ridotta distanza in cui lancio, cioè quasi sottosponda a non più di 30mt... Grazie davvero, saluti a tutti.

_________________
Pasquale Gelormino


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: sab 14 mar 2015, 17:22 
Non connesso

Iscritto il: mar 05 apr 2011, 19:41
Messaggi: 127
Immagini: 4
Località: ariano irpino (av)
Metodo applicato anche alla pescata di oggi in un'altro lago, in pratica poco prima che l'innesco tocchi l'acqua, frenavo leggermente il filo con la mano e recuperavo già il filo in bando che nel frattempo rimaneva in aria mettendo subito la lenza in tiro e in molto meno di un minuto, la canna era sui picchetti. Però ho notato che quando tira vento, è più difficile farlo. Vi ringrazio ragazzi.

_________________
Pasquale Gelormino


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Pva : innesco coperto di pastura dopo il lancio
MessaggioInviato: dom 15 mar 2015, 18:56 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 19 apr 2011, 9:35
Messaggi: 812
Immagini: 119
Località: Maccarese (Rm)
Beh in effetti se tira molto vento (soprattutto laterale) questa operazione è praticamente inutile..metti in tiro con le mani piano piano e riavvolgi il filo senza forzare

_________________
-- Fabio Canteri --


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.