Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: L'ecoscandaglio...
MessaggioInviato: mar 05 feb 2008, 23:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 22 mar 2007, 10:12
Messaggi: 121
Colgo al volo il consiglio di diego e apro questo topic per chiedervi:come,quando,e perchè usare l'ecoscandaglio.Premetto che io ho EAGLE CUDA 168 non è che sia granchè..per cominciare..!!Io onestamente non ho ben chiaro come interpretare i vari segnali es. (fondale,ostacoli,scalini ecc) poi ci credo hai pesci che mi segnala???o non devo farci caso...a volte mi sembra che sia in tilt... :? è più utile usare l'eco..o guardare attentamente i segnali visivi che ci manda l'acqua??

_________________
DIO C'é...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar 05 feb 2008, 23:59 
Non connesso

Iscritto il: lun 29 ott 2007, 21:52
Messaggi: 36
ciao lello per i pesci ti posso dire che il tuo apparecchio non e proprio dettagliato infatti non si puo ben sapere se si tratta di un solo pesce o piu pesci; riguardo il fatto di guardare l acqua per i segnali credo che possa essere meglio imparare a leggere l eco magari perdendoci un po piu di tempo invece di calare di fretta .... io credo che l eco non e indispensabile ma aiuta molto in determinate acque..... di piu non so che dirti ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 06 feb 2008, 0:02 
Non connesso

Iscritto il: lun 29 ott 2007, 21:52
Messaggi: 36
il fatto di sembrare in tilt prova a guardare la sonda..


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 06 feb 2008, 0:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sab 12 gen 2008, 3:43
Messaggi: 47
Ciao lello..anch'io da poco ho iniziato a usare l'eco... non ti posso aiutare in fatto di interpretzione...perchè anch'io non è che ne capisca un gran che... comunque cn un pò di pazienza e attenzione si possono trovare ottimi spot... l'importante è non avere fretta di calare... :-k


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 06 feb 2008, 10:14 
Non connesso

Iscritto il: ven 11 mar 2005, 19:38
Messaggi: 56
Per quello che posso dirti, per me è utile ma a volte la visuale dell'occhio umano, l'interpretazione che tu puoi dare all'acqua che stai osservando ti aiuta di più!!
Devi pensare che l'eco è un'onda (eco) che viene lanciato dalla sonda e rimbalza sul fondo, in base all'eco di ritorno sviluppa un segnale, se incontra ostacoli nel mezzo li segnala, il tipo di fondale fa rimbalzare l'eco in maniera diversa quindi se duro te lo segnalerà con una linea sottile del fondo mentre se è mollo o fangoso vedrai una linea molto più spessa.
Per i pesci tieni presente che l'eco incontra nel suo viaggio verso il fondo un ostacolo e te lo segnala, a che profondità lo trova, ma potrebbe essere anche un solo ostacolo tipo rami sommersi ecc. per esempio ti può succedere che se pasturi con mais e poi ci passi sopra con l'eco te li segnala quindi usa la tua interpretazione per capire, fai diversi passaggi in una zona che ti interessa maggiormente, in vari sensi e magari ti puoi aiutare disegnandoti una piccola mappa su carta con le caratteristiche del fondare.
Per me è fondamentale imparare a "leggere l'acqua" prima di leggere l'eco guarda i segnali che ti manda.
Per quel che riguarda il tilt prova a vedere la sonda come dice meteora o prova a settarlo, spero di esserti stato d'aiuto.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 06 feb 2008, 10:50 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
io uso molto l'eco nella pesca ai grossi lucci pelagici . in quest'ottica lo strumento serve proprio a vedere il pesce e di conseguenza insidiarlo con l'esca giusta in funzione della profondità.
prima di tutto devi imparare a settare bene il tuo strumento .
l'acqua non è quasi mai cristallina e spesso presenta densità specifiche e residuo organico in sospensione diversi da lago a lago.
in molti laghi vi sono differenti densità d'acqua in funzione della profondità(stratificazione o termoclino).
devi partire con la regolazione della sensibilità ...la metti al massimo e poi cali un pò per volta finchè lo schermo non risulta sgombro dai disturbi.
ricorda che in molti laghi da giorno a notte devi cambiare settaggio della sensibilità...altrimenti succede quello che capitò a dei ragazzi che conobbi ad endine anni fà...di giorno non trovavano alcun ostacolo....mentre di notte era tutto pieno di erbai (IMMAGINARI) .
il segnale del fondo deve apparire nitido.
per capirci meglio, su fondali compresi fra 5 e 10 mt. , in laghi montani o comunque molto limpidi setterai fra 70% e 90% della sensibilità....nei laghi del piano con l'acqua marrone-verdina...non ti conviene superare il 70.
poi elimina il fish id ovvero la funzione che crea i pesciolini sullo schermo.
serve a poco se non a fare un pò di scena.
i pesci appariranno sullo schermo come segni ad arco , la cui disposizione sull'asse orizzontale spesso indica il tipo di pesce...mi spiego meglio...il grosso luccio pelagico rimane sempre staccato di qualche metro dal fondo anche su piani d'acqua di più di 20 metri...e l'arco è rivolto verso l'alto(in quanto caccia dal basso verso l'alto).
le carpe ed i grossi siluri...se non sono in transito , invece rimangono più paralleli e vicini al fondale.

Immagine
questa zoommata ti fà vedere un branco di coregoni, tipico foraggio dei lucci pelagici

a questo punto devi regolare il segnale di ritorno (grey line) ovvero la sensibilità dello strumento nel leggere l'intensità del segnale sonoro che rimbalza dal fondo...più larga è la parte grigia...più duro il fondale(rimbalza molto segnale ) , più larga la parte nera ....più debole il segnale perchè il fondo ne assorbe buona parte.
da questo punto di vista devi far pratica e non vi è nulla di meglio di spendere qualche ora a far esperienza in un'ambiente dove la trasparenza dell'acqua ti consenta di vedere la porzione di fondo che stai monitorando.
Immagine
questa schermata rappresenta un fondale di roccia molto duro. tutti i disturbi che vedi sullo schermo li potevo eliminare togliendo un 5-10% di sensibilità ...non l'ho fatto perchè conoscevo già lo spot e mi interessava solo calare alla base del gradino di roccia.

Immagine
in questa schermata puoi notare il tipico"scalino" (in questo caso una discesa che da regolare diviene ripida) presente in molti laghi naturali. la compattezza del fondo è differente dalla schermata di prima , si tratta di sabbia e fango compatti sui quali si può calare tranquillamente . trattasi del tipico punto di passaggio delle carpe che risalgono verso la sponda per cibarsi nelle ore notturne.


se hai dei dubbi specifici ....

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 06 feb 2008, 12:33 
Non connesso

Iscritto il: gio 21 set 2006, 14:13
Messaggi: 104
Cacchio Sergio.......un manuale on-line per eco-consulting !
Faro' tesoro di queste indicazioni...
Thanksss

_________________
Se non sai cosa fare e non hai voglia di far niente.....beh allora....vai a comprare 100 uova e buon divertimento....


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 06 feb 2008, 20:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 22 mar 2007, 10:12
Messaggi: 121
Grazie a tutti ragazzi dei consigli!A Sergio in particolare che praticamente mi a fatto una lezione di eco..Però mi chiedo vedendo la schermata del gradino..come faccio a sapere se sono ai piedi sopra o nel mezzo di esso?c'è un modo per capirlo?e mi è capitato di vedere in certe cave la (grey line) sfumata non regolare con le veriazioni di fondale scalini ecc.. sembrava ci fossero degli erbai enormi ma...sapevo per certo che non c'erano!!dipendeva dalla sensibilita quindi!Grazie ancora dei consigli a tutti ne farò tesoro

_________________
DIO C'é...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 06 feb 2008, 23:12 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: gio 04 nov 2004, 21:08
Messaggi: 805
Immagini: 162
Ciao lello, ciao a tutti.
Imparare a leggere correttamente un segnale eco, non è cosa facile.
dobbiamo armarci di volontà e pazienza.
Io inizierei con il leggere il manuale delle istruzioni, questo ti da già delle basi con le quali iniziare a conoscere lo strumento e le sue funzioni di base.
Il mio primo consiglio è di iniziare ad adoperare l'eco in automatico, con id fish (pesci) disinserito.
Aiutati sempre con un filo, un piombo ed un ancorotto, che ti aiuteranno a capire l'effettiva natura del fondale.
Non disdegnare di sondare con il remo le acque basse e nel contempo confrontarle con la lettura del segnale eco.
Approfitta anche delle acque limpide, per confrontare la tua reale visione e quello che leggi sullo schermo.
Abbi perseveranza,pazienza e costanza e, così facendo, migliorerai giorno dopo giorno...
Io scopro continuamente, a distanza di anni, che non finisco mai di imparare.

_________________
www.stefanoforcolin.it


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven 08 feb 2008, 2:09 
Non connesso

Iscritto il: ven 27 lug 2007, 15:19
Messaggi: 6
Ciao ragazzi vorrei iniziare a sondare i fondali xo non so cosa scegliere! mi servirebbe un eco da utilizzare dal canotto che come prezzo stia tra 100 e 140 euro!! e vorre sapere se mi conviene prenderlo normale o portatile? mi potete aiutare


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 25 giu 2008, 14:07 
Non connesso
Collaboratore
Avatar utente

Iscritto il: lun 14 mar 2005, 11:37
Messaggi: 1035
Immagini: 187
Sergio, sono anch'io finalmente un felice possesore dei un bell'ecoscandaglio...
Per il discorso sensibilità ci sono, ma per la grey line, con che criterio la imposti e quanto? (mi sembra che la scala sia in percentuale)...La tieni sul 50% oppure no?
Help me!

_________________
- Andrea Sbetti -


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun 30 giu 2008, 8:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 11 gen 2007, 17:19
Messaggi: 217
Buon giorno a tutti, possiedo uno scandaglio come quello di Sergio "eagle fish mark 480" venerdì mi faceva una cosa strana, fino hai 5/6 metri di fondo mi visualizzava il fondale normalmente con il disegno nella parte bassa dello scandaglio cosi x capirci:
profonditàImmagine
poi superata quella profondità il disegno in basso mi spariva e rimaneva solo il disegno del fondale nella parte alta del monitor.
Secondo voi quale settaggio sbagliato c'era, da cosa può essere dipeso?
Grazie a tutti.

_________________
Bella Pe Me!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun 30 giu 2008, 9:46 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
scala delle profondità in manuale e quindi sceso sotto la profondità settata la linea di fondale non era più visibile perchè più fonda della scala impostata (esempio scala impostata fino a 10 mt. e fondale da 14 mt.)

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun 30 giu 2008, 10:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 11 gen 2007, 17:19
Messaggi: 217
Grazie Sergio una enciclopedia vivente, questa sera quando vado a casa e controllo.

_________________
Bella Pe Me!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar 01 lug 2008, 9:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 11 gen 2007, 17:19
Messaggi: 217
Buongiorno, Sergio come volevasi dimostrare "avevi ragione tu", si era spostata la scala della profondità.
Grazie e buona giornata a tutti.

_________________
Bella Pe Me!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.