Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven 16 gen 2009, 13:05 
Non connesso

Iscritto il: gio 25 set 2008, 13:11
Messaggi: 102
Immagini: 2
Ciao ragazzi,
la mia domanda è la seguente: non ho capito cosa servono quelle 2 barre poste sulla destra e come si fa a capire se il fondo è duro o no visualizzando lo schermo(tramite i ritorni dell eco appunto)…
Grazie
Immagine


Immagine

_________________
Meglio una giornata di pesca andata male,che una giornata di lavoro!!!


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab 31 gen 2009, 15:43 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
la barra all'estrema destra rappresenta la porzione di fondale analizzata dallo strumento e consente di muovere lo zoom ove desiderato. ricordiamoci che noi guardiamo il fondo...però lo strumento nasce principalmente per "spiare" fra gli strati d'acqua l'eventuale presenza di pesci.
la prima schermata visualizza un fondale roccioso molto duro e compatto con un evidente cambio di livello(è stata realizzata andando da riva verso il largo).
la seconda schermata evidenzia un fondale più morbido (sabbioso\fangoso) declinante verso il largo ed è stata realizzata andando dal largo verso riva . il fondale è comunque sufficentemente duro da non far sprofondare l'innesco e la pastura.

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio 19 feb 2009, 15:59 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 17 feb 2009, 20:18
Messaggi: 3221
Immagini: 415
Località: Bologna
In passato ho avuto due differenti ecoscandagli con bassa risoluzione (il primo era una scelta forzata in quanto era tutto cio che si poteva rimediare) ma ricordo bene che erano molto sensibili alla tensione scarsa delle batterie verso la fine: apparivano cose sullo schermo che la conoscenza dello spot mi garantiva non esistere assolutamente, e normalmente apparivano grossi erbai e ovviamente anche la velocità di elaborazione del processore era rallentata rispetto allo standard abituale.
Da diversi anni ho un 320 e tutto questo non mi è piu capitato.
Se posso dare un ulteriore consiglio: spesso il trasduttore (a seconda di come viene fissato) si muove dalla posizione ottimale, il piu delle volte per uno sfregamento sul fondo o sugli erbai della riva dove teniamo l'imbarcazione e magari è l'ultima delle cose che andiamo a controllare soprattutto se ci troviamo su un nuovo spot che non conosciamo e perciò crediamo a tutto cio' che vediamo...cio'che ne deriva in particolar modo è la profondità che diventa falsata per ovvi motivi e vi assicuro che finire di sistemare 3 o 4 marker in un nuovo spot e poi arrivare a riva e accorgersi del misfatto è un ottimo banco di prova per imparare a fissare il trasduttore o quantomeno di controllarlo prima di farne un uso corretto.


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar 31 mar 2009, 21:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 mar 2009, 18:43
Messaggi: 165
La mia forse è una domanda un p'ò stupida però voglio farmi insultare e quindi ve la faccio :wink: :wink:

Prendiamo questa foto di ecoscandaglio:

Immagine
Poi prendiamo questa foto:

Immagine

Presupponiamo che io voglia lasciare la mia esca nel punto X.
Per semplificare le cose ho fatto 5 settori...In poche parole la mia domanda è....

Siccome ho notato che lo schermo dell'eco non si ferma mai, in che momento io devo lasciare l'esca per fare in modo che cada in quel punto preciso...?? Ovvero quale settore devo prendere come punto fisso per lasciare l'esca ??....
Cioè devo dire... ecco quando la X passa di qui lascio l'esca...

Avete capito cosa intendo ?grazie mille !! :D :wink:

_________________
E' sempre meglio una pessima giornata di pesca, che una bellissima giornata di lavoro.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 01 apr 2009, 8:08 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
lo schermo scorre da sx. a destra , sicche con la velocità massima di scorrimento dello schermo..che corrisponde circa alla velocità 1 di un motore elettrico , riferendoci alla schermata in questione , hai superato il punto X di circa 8-10 metri

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer 01 apr 2009, 18:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 mar 2009, 18:43
Messaggi: 165
Quindi in poche parole il momento giusto sarebbe all'inizio del punto 6 ??

_________________
E' sempre meglio una pessima giornata di pesca, che una bellissima giornata di lavoro.


Top
 Profilo E-mail  
 
 Oggetto del messaggio: il punto preciso
MessaggioInviato: gio 07 mag 2009, 8:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 29 ott 2008, 9:59
Messaggi: 7
Il punto preciso...o meglio quasi preciso in cui vai a calare e' il punto che in quel momento passa sotto la linea di destra dello schermo (sotto la sonda comunque)...

Quindi fai un passaggio e trovi lo scalino memorizzando la profondita' del punto in cui vuoi calare,torna indietro ,ripassa nello stesso punto e alla stessa profondita' cala..(puoi utilizzare anche la linea livello profondita' attiva) :wink:

_________________
catch&release always and forever please

GruppoDeltaSiluro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio 07 gen 2010, 15:43 
Non connesso

Iscritto il: mar 06 ott 2009, 15:44
Messaggi: 20
condivido con quanto pienamente detto da fabiogig! il mio eco è un eagle sea finder e la traccia di calata per la calata perfetta mi viene cmq solamente dopo due o tre passaggi con il motore elettrico al minimo.Cmq non sempre capita di trovare ottimi spot (gradini sassaie legnaie) e molto spesso mi affido al cambio di densità del fondale che con tutti gli eagle è facilmente rintracciabile dando una bella osservata alla grey -line del fondo dello schermo dell eco!!! provare per credere!!

Carpenedo Alberto
Esperienza Carp Team


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'ecoscandaglio...
MessaggioInviato: lun 29 dic 2014, 21:34 
Non connesso

Iscritto il: lun 20 feb 2006, 0:13
Messaggi: 113
Immagini: 1
Ma per quanto riguarda l eco a colori come di fa a capire la consistenza del fondo..cioè il rosso cosa indica fondo duro?


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'ecoscandaglio...
MessaggioInviato: mar 30 dic 2014, 23:02 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: ven 08 ott 2004, 1:42
Messaggi: 152
Immagini: 21
Ciao il fondo duro viene marcato in giallo, il fondo morbido in rosso e dove molto fangoso in blu/viola

_________________
Big Fish Team


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.