Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: ven 31 ago 2012, 16:12 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: gio 07 ott 2004, 11:46
Messaggi: 2496
Immagini: 830
Molto spesso si sente parlare di avere cura del pescato e di catch and release. Vorrei ritornare su questo argomento per condividere con voi alcuni piccoli accorgimenti che ci daranno la sicurezza che il pesce una volta rilasciato abbia piene possibilità di tornare all'ambiente senza ripercussioni letali perchè pescare a carpfishing ha questa peculiarità nel suo DNA.

Per prima cosa sicuramente possiamo parlare di materassini.

6668

Non mi addentrerò in senso commerciale in questo argomento, ma è ovvio che la dote fondamentale del materassino è quella di avere una superficie morbida e sicura per l'incolumità del pesce, che non causi abrasioni eventuali in caso di sfregamento o movimento del pesce.

66706669

Ne esistono per tutte le tasche: non sentitevi mai inferiori se non avete un'attrezzatura di alto livello, fatelo però se non avete un materassino idoneo.

6672

Dopo la guadinatura del pesce il materassino deve essere il primo oggetto a portata di mano. Dovrebbe essere una delle prime cose da preparare prima di lanciare. Deve essere lì pronto per accogliere un pesce anche inaspettato. Non esistono scusanti.

Ovviamente l'operazione di slamatura se fatta fuori dall'acqua (e se fatta in acqua fatelo comunque con cura e senza arrecare abrasioni al pesce) prevede che la preda nel guadino sia adagiata sul materassino. A questo punto il materassino deve essere inumidito con un secchio di acqua appena attinta dallo specchio d'acqua. Evitate di riempire secchi magari poi lasciati al sole per ore: fatelo con un movimento breve e veloce e bagnate sia il pesce che il materassino. Poche versate di acqua dovranno sempre mantenere il pesce umido ed evitare che il muco che protegge il pesce possa in qualche modo seccarsi: il muco protegge la carpa dall'attacco di batteri anche dopo il rilascio!

Da questo momento dovrete sentirvi padri: la preda sarà il vostro neonato! Avere la percezione di quello che sta per succedere è fondamentale, ed è per questo motivo che non si deve mai perdere la padronanza della situazione per cercare qualsiasi oggetto, sia esso una bilancia o una macchina fotografica: vostro figlio è nelle vostre mani non potete abbandonarlo!

La slamatura

La slamatura deve essere fatta con estrema cautela ma altrettanta rapidità.

6653

Rimuovete il pesce dal guadino: ricordate che non sempre è necessario sollevarlo in toto: può essere anche rimossa la rete prima sollevando un estremo e poi l'altro. Ma state sempre attenti alle pinne ed alle squame! Se portate orologi od anelli acuminati è il momento di toglierli e riporli nelle tasche.

Ok ora slamiamolo!

Visionate come si è conficcato l'amo e già vi deve essere chiaro il movimento da fare per l'estrazione; afferrate l'amo con fermezza e fatelo ruotare in direzione contraria a quella che presumibilmente è avvenuta in fase di allamatura. Se avete realizzato una corretta montatura questa operazione sarà semplice poichè l'amo si troverà nella parte inferiore della bocca, la più dura e resistente. Se così non è qualche domanda fatevela, perchè vostro figlio da oggi potrebbe portarsi cicatrici permanenti. La mangiata strana accade sempre per carità, ma perseverare in allamate non canoniche è bestiale. Se l'allamata è avvenuta in profondità è buona cosa usare le pinze, che non potranno trovarsi ne a casa ne a parecchi metri di distanza, ricordate la padronanza che dissi poc'anzi?

Una volta slamata è la volta della pesatura, se ritenete opportuno, o della fotografia.

La pesatura

Se volete pesare il pesce potrete farlo anche dopo le foto, ma io preferisco farlo in questo frangente in modo che siano assorbite le eventuali scodate ora e non doversele poi gestire durante la foto.

La pesatura può essere fatta nel materassino o nella sacca di pesatura (da inumidire e non a secco). O fate la tara della sacca prima o comunque ricordatevi di farla dopo poichè il materassino non fa parte del gioco!
Non è il momento degli elogi sul peso, ricordatevelo. Abbiamo ancora molte cose da fare ed il tempo è poco.

6632

Fotoricordo di un momento felice!

La cosa che complica la vita è che il pesce vorrà tornare al suo ambiente e non sarà molto felice di restarsene fuor d'acqua.

6654

Siate sempre preparati ad eventuali scodate e salti. Mettete da parte ogni timore ed affrontate la situazione di petto! E talvolta è proprio il petto una delle prime parti del vostro corpo che possono contrastare la preda, ma attenzione a muovervi sempre nell'intento di non arrecare danni ne alle squame ne alle pinne. Chinatevi sul pesce e cercate di anticiparlo opponendo il vostro corpo!
Sembra quasi un'impresa epica, ma spesso la carpa ci avverte delle sue mosse. Un irrigidimento del corpo spesso è sinonimo di una scodata. Evitate di iniziare a maneggiare il pesce proprio in questo momento. Un piccolo trucco per sorprendere il pesce è quello di mettere la mano a coprire gli occhi del pesce. Al 90% dei casi il pesce non si aspetta questa mossa e si calma.
Quando vedete che il pesce si è deciso a farsi fotografare dovete essere lesti: è questo il momento buono! Io preferisco avere il pesce sul materassino pronto con la pinna superiore rivolta verso le mie ginocchia ed infilare le mani (sempre umide) sotto il suo corpo come fossero forche di un muletto, sollevarlo leggermente e farlo scivolare verso la conca che vado a creare con le dita delle mani. A questo punto con gli avambracci cercherete di iniziare una rotazione del pesce per portarlo nella classica posa verticale da foto.
Tutto semplice in effetti solo un pò scivoloso. Una volta in posizione verticale sarete quasi vicini alla meta. Ma nulla è dovuto: anche in questo istante il pesce potrà dare sfogo alla sua forza. Nessun timore, riportatelo a poggiare sugli avambracci e se inizia a scodare portatelo in una posizione a lui non consona ribaltandolo a pancia il su.
66296630
Il pesce non si aspetterà questa posizione e al 90% sarà domato. In caso contrario ricordatevi che il materassino è vostro amico: riappogiate il pesce con calma e cura opponendo sempre il petto. In questo caso non potete abbandonare la nave e far cadere il pesce per una scodata: se avete paura di un pesce è meglio che ve la fate passare subito o che cambiate passione (l'ucinetto è meno impegnativo in questo senso!). Ricordatevi anche l'altro trucco della mano a coprire gli occhi, ma ovviamente potrà essere utile solo se il pesce è sul materassino.

66576658
66596662
66606661
66636664

Ok,finalmente siete in posa, forza sorridete che avete raggiunto lo scopo della pescata! Si ok ma ricordatevi che state abusando della vita di un pesce. Non esiste un numero massimo corretto di foto da fare, ma esiste un buon senso che si chiama rispetto e vita! Per cui fotografate ma senza mai abusare della salute di un pesce. Se si tratta di un amur poi questo tempo sarà ancor più breve, per cui calma, rapidità e padronanza.

Una volta scattate le foto riposizioniamo il pesce sul materassino e trasportiamolo verso l'acqua. Se vi è solo sfiorata l'idea di portarlo in braccio verso l'acqua dimenticatevi questo brutto pensiero. Se per disgrazia dovesse scodare e cadervi si ritroverebbe a fare un salto di un metro sulla terra. Avete fato tutto bene sin ora non rovinatevi la coscienza. Avete pagato un materassino, usatelo! E non tirate fuori l'emerita caxxata che non è grosso e ce la fate. Lo sforzo è lo stesso, anzi forse più comodo. La sicurezza invece è solo con il materassino.

Il rilascio

6652

Ok, siamo giunti al bordo del nostro specchio d'acqua. Appoggiate il materassino sul pelo dell'acqua e trovate la posizione più comoda per poter far fuoriuscire il pesce e riossigenarlo. Si perchè finchè il pesce non si è ripreso in modo corretto non può e non deve essere rilasciato.

6667

Fate scivolare la preda lentamente e senza traumi fuori dal materassino. Potrete far entrare un pò d'acqua sopra il materassino per farl oscivolare meglio. Pian piano sfilatelo e tenete il pesce.




A questo punto inizia l'operazione di ossigenatura.
Il pesce deve essere tenuto in posizione verticale come del resto è la sua posizione naturale in acqua e non di lato in modo che il pesce ritrovi l'equilibrio primario. La testa deve essere leggermente più alta della coda. Se è un amur inizate a massagiare la pancia. Infine inizaite a cullarlo dolcemente avanti indietro senza farlo toccare sul fondo. Normalmente più è grande il pesce più è il tempo richiesto in questo momento. Più farà caldo e più tempo sarà richiesto.




Questa operazione è molto importante ma nel contempo molto bella ed emozionante: potrete osservare il pesce nel suo habitat, vedere che iniza a tastare l'acqua con le pinne come se fossero manine. Non rilasciatelo al primo falso allarme di partenza. Soprattutto se è un amur, poichè rischierete di vedervi il pesce risalire il pesce a due metri dalla riva in superficie: in questo caso rischiate di farlo morire.

66426641

Quindi con calma valutate la forza che si sta riaccumulando, e solo quando siete certi lasciate che ritorni da dove è venuto.

6666

Credo che un sorriso ora vi nasca spontaneo!


BIIIIG FIIISH!

6643


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: mar 04 set 2012, 10:04 
Non connesso

Iscritto il: mar 21 ago 2012, 12:37
Messaggi: 31
Immagini: 30
Località: urbino
il rilascio e il manipolare il pesce nella maniera piu idonea, è l'aspetto fondamentale del carp-fishing, e ancora purtroppo ce gente che sottovaluta questo passaggio.
bravissimo Riccardo, descritto nei minimi dettagli con tanto di foto per far vedere le corrette fasi! ottimo per chi inizia a praticare il carpfishing ma anche una bella rinfrescata per tutti coloro che lo praticano! complimenti!


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: mar 04 set 2012, 15:43 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: gio 07 ott 2004, 11:46
Messaggi: 2496
Immagini: 830
Grazie Mattia!

Aggiungo anche questo recente video che a suo modo aiuta a compleatare il discorso toccando alcuni aspetti che non ho citato riguardo anche alla retenzione.




Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: mar 04 set 2012, 16:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 30 apr 2012, 4:01
Messaggi: 287
Immagini: 35
Località: Rosia (Siena)
Questi sono post che non ti annoieranno mai anche se ripetuti 2/3 volte a settimana.....molto utile ai neofiti per fare un piccolo passo avanti,e altrettanto utile ai maturi a rifare un passo indietro e rinfrescare la memoria.
Bravissimo Riccardo,complimentoni davvero.

_________________
All'ombra dell'ultimo sole,si era assopito un pescatore e aveva un solco lungo il viso,come una specie di sorriso"


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: mar 04 set 2012, 18:56 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: gio 21 ott 2004, 17:55
Messaggi: 1171
Immagini: 152
Mi piace.....

_________________
Fabrizio Morgagni
___________________

Il risultato mi interessa, ma meno del modo che ho usato per raggiungerlo..


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: mar 04 set 2012, 19:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 20 nov 2009, 15:54
Messaggi: 1348
Immagini: 68
Località: Ferrara
Veramente bello, utile e ben fatto, complimenti Riccardo

_________________
Andrea Maestri


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: mar 04 set 2012, 23:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 gen 2010, 12:31
Messaggi: 214
Immagini: 21
Località: Montichiari(bs)
ottima spiegazione...complimenti!!!

_________________
Chiarini Oscar


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: mer 05 set 2012, 15:38 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: gio 07 ott 2004, 11:46
Messaggi: 2496
Immagini: 830
Dimenticavo...se ci fossero domande siamo qui a vostra disposizione (a parte questi prossim igg che sono a pesca :))


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: gio 06 set 2012, 12:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom 14 feb 2010, 16:23
Messaggi: 425
Immagini: 15
Gran bel post!!
Gaazie di tutto Riccardo, sentiti complimenti!

_________________
Daniele Parente Immagine
--self maker...fa progressi--


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: gio 06 set 2012, 15:57 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: sab 29 mar 2008, 20:48
Messaggi: 1563
Immagini: 179
Località: palombara s. ( roma )
usatelo sempre


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

_________________
20342164


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: ven 07 set 2012, 18:06 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 17 feb 2009, 20:18
Messaggi: 3221
Immagini: 415
Località: Bologna
Grande Riccardo!
questi sono post da tenere in evidenza...


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: mar 03 giu 2014, 16:47 
Non connesso

Iscritto il: dom 17 ott 2004, 21:20
Messaggi: 88
Immagini: 2
Ciao,ottimo post ce ne vorrebbero..vorrei solo aggiungere che uno dei momenti in cui il pesce puo essere danneggiato è quando ancora nell'acqua è nel guadino e lo si solleva per trasportarlo al materassino ,in particolar modo rispetto alle pinne ventrali che bisogna fare attenzione siano ripiegate su se stesse altrimenti si rischia che sollevandolo con il peso si spezzino creando poi grossi problemi al pesce in quanto non sempre riacquistano la loro funzionalità (e putroppo più il pesce è grosso e più rischia). Questo fatto che personalmente non avevo notato fino a qualche anno fa.. e ne voglio rendere merito a lui..mi fu spiegato da N.Holtzer che notoriamente è sempre molto attento alla gestione del pesce dopo la cattura...per cui quando si ha il pesce in acqua ancora nel guadino sollevare leggermente la rete e ripiegare le pinne di fianco al corpo e poi sollevare ...la stessa cosa quando si solleva sia con il materassino o con il carp sack...è importante perchè le pinne ventrali una volta rotte poi possono essere molto invalidanti per il pesce...ricordiamoci sempre che il pesce più pesante è piu è facile che subisca danni..sia perchè magari è un'po' anzianotto ma soprattutto per il peso che si scarica su organi interni...è importante avere sempre la giusta fretta...una volta guadinato tenerlo magari un minuto nel guadino e controllare che sia tutto pronto..Ciao

_________________
C.F.I. SIAMO NOI
resp. sede n°166 milano
gruppo ambrosiano carpfishing
banchieri.umberto@libero.it
http://umbecarpone.forumfree.net/

cago ergo sum


Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Manipolare il pesce, repetita iuvant
MessaggioInviato: gio 05 giu 2014, 17:52 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: gio 07 ott 2004, 11:46
Messaggi: 2496
Immagini: 830
Ottima osservazione Umbe!
Anzi credo che dovrei ritornare sull'argomento in un nuovo articolo appena ho un attimo di tempo e colmare le lacune compresa quella che mi hai appena fatto notare! Ne farò tesoro!
Grazie del contributo!


Top
 Profilo Album personale  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 13 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.