Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: mix big-fish: come nasce un nostro mix
MessaggioInviato: sab 19 mag 2007, 12:32 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
una domanda fra le tante mi ha incuriosito e mi fà piacere che l'abbia formulato il buon Leo del forum big fish , il quale ha chiesto a Fabio Boscolo quale fosse l'iter che porta alla nascita, sviluppo e commercializzazione di un mix big-fish.
credo che possa essere di interesse comune ampliare la risposta di Fabio e metterla a disposizione degli utenti del forum(la famiglia di big-fish :D ).

-All'origine ci stà un'idea che può nascere nei modi più disparati:
dalle chiacchiere dei testers scaturite durante i momenti in cui ci ritroviamo insieme a pesca , dal condividere esperienze di pasturazione in ambienti più o meno particolari , rispolverando vecchi scritti dei pionieri della disciplina e riscoprendo strade allepoca produttive poi inspiegabilmente abbandonate o semplicemente dalla creatività e fantasia di alcuni di noi.
Per non far diventare troppo vago questo discorso , preferirei ricollegarmi ad un episodio vero , peraltro recente ed in pieno corso d'opera , ossia la nascita (ormai divenuta sviluppo e inizio fasi test) di un nuovo mix che chiameremo a titolo informale "GREEN FISH".
in questo caso l'idea è nata nella prima delle ipotesi , ossia chiacchiere da pescatori (ovviamente i testers dell'azienda)che vertevano prinicpalmente su alcuni punti , cioè :
- voglia di sviluppare un'esca fishmeal molto ricca in termini di gusto
- voglia di provare una strada concettuamente nuova per lo meno per lo sviluppo recente italiano
-voglia di rispolverare alcune teorie di un vecchio saggio ormai dimenticato da tanti , per il quale "GREEN FISH" vuole essere il giusto tributo.
le fasi successive alla nascita dell'idea di base , sono di solito scambi di informazioni e pareri fra testers e non (ogni tanto coinvolgiamo in maniera celata amici legati indirettamente a big-fish anche per avere dei pareri dall'esterno ...e credete che anche voi del forum venite spesso coinvolti in forma indiretta :D ), se l'idea si consolida in questa fase (che può durare anche mesi...del GREEN FISH si parlò inizialmente a settembre dello scorso anno e si consolidarono le idee in occasione del carpitaly)si passa allo step successivo.

-coinvolgimento di Patron Fabio Boscolo e delicata fase della ricerca ingredienti.
questo passaggio è vitale perchè l'idea inizia a svilupparsi "su carta" e non è detto che si riesca a superare questo scoglio.
mi spiego meglio , a volte capita che gli ingredienti necessari "non esistano" :D , oppure che la campionatura disponibile da parte delle aziende interpellate sia insufficente (a volte pochi grammi di prodotto a fronte di ordini minimi da quintale!) e quindi l'idea viene accantonata per tempi migliori :cry: !
oppure, come nel caso del GREEN FISH , si trovano gli ingredienti pre-digeriti in quantitavi atti a fare almeno una stagione di prove , e si fanno fare apposta quelli concettualmente ideati da noi(birdfood).
questa fase può avere tempi significativamente lunghi , da alcune settimane , a qualche mese come alcuni anni!!!
il birdfood impiegato in GREEN FISH nasce dopo alcuni anni di ricerca con le aziende del settore!
eccoci quindi giunti alla terza fase.

-distribuzione dei prodotti ai testers per le prime fasi di "miscelamento".
questa fase è molto soggettiva, i testers iniziano ad abbozzare un prototipo , cercando di capire le potenzialità delle nuove farine .
di solito le prime prove si fanno inserendo il nuovo ingrediente in mix noti(i più usati sono il 50\50 , lo yellow birdfood e il keltia in alcuni casi come per il green fish) e si rollano palline neutre da far assaggiare quà e là, da portare alle serate di club per "impestare" di odori nauseabondi gli ignari partecipanti , da scambiare fra noi testers sfruttando i fortunati che han tempo di pescare(vero Stefano?) o semplicemente...concedetecelo...per fare un pò di"cinema" fra noi rompendo le palle e cercando di smontare le altrui convinzioni (peraltro molto fondate) con filippiche senza senso logico(io sono molto abile in questo :D ).
ma questa è la parte goliardica e bella di essere un gruppo.
questa fase può durare molti mesi (attualmente abbiamo appena superato questa fase) e quando iniziano ad emergere esperienze significative(nel bene e nel male) effettuate in pesca , si passa oltre.

-affinamento delle caratteristiche del mix , sviluppandolo ex-novo in funzione di qaunto capito sin-ora.
per essere chiari, nel caso del GREEN FISH si è capito dalle prime prove in 50\50 e keltia che i nuovi ingredienti davano il meglio di sè inseriti in un contesto fish-meal marcato.
quindi si è sviluppato l'attuale mix che può considerarsi un fishmeal caratterizzato da un gusto molto marcato e fuori dal comune (oltre a tutte le considerazioni più tecniche legate all'estrema digeribilità-ingrdienti cotti e predigest-).
a questo punto il risultato viene presentato a Fabio boscolo che decide la strategia di mercato e la distribuzione in prova ai testers , sia in forma anonima (blind test) che spiegando le caratteristiche e qualità da verificare e controllare.
come potete ben immaginare questa fase è ricca di modifiche e commenti ed è difficile stabilire quanto possa durare.
diciamo che un proggetto come questo, partito al carpitaly, nella migliore delle ipotesi potrebbe venir presentato al carpitaly successivo(un anno di distanza) per poi essere commercializzato nel dopo fiera.
in questa fase, viene anche aggiustata la "commerciabilità" del prodotto in termini di rollabilità .
lasciamo per ultima questa regolazione perchè è facile per Sandro Minotto (si occupa lui dello sviluppo pratico...in parole povere aggiustamenti sulle farine) trovare un buon compromesso una volta stabilite variabili più impegnative come resa, gusto e meccanicità.

ultima fase:
-commercializzazione efeedback sul forum dove la grande famiglia big-fish decreta l'effettivo successo finale del nuovo nato.
questa fase non sempre ha un risultato scontato in quanto anche gli ottimi mix vanno capiti e giudicati in maniera coerente e nn emotiva...ma questo fà parte del gioco.
eventuali commenti o domande...siamo qui.

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Ultima modifica di sergio tomasella il ven 02 mag 2008, 21:03, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab 19 mag 2007, 13:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 17 mar 2005, 9:50
Messaggi: 46
Molto interessante, grazie per averci spiegato come nascono i super mix BF.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab 19 mag 2007, 20:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 01 mar 2005, 14:27
Messaggi: 233
Immagini: 3
BHè un pò come faccio io nel mio piccolo!!! ahahahahahahahahhah :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Scherzi a parte avevo già una minima idea di come fosse, a parte la commercializzazione, l'iter per giungere a un nuovo mix, ma alcuni punti molto interessanti come il fatto di valutare/cambiare piccole cose per una maggior rolalbilità alla fine dell'iter non ci avevo mai pensato..

OTTIMA DISCUSSIONE


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun 21 mag 2007, 11:10 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mar 19 ott 2004, 12:03
Messaggi: 152
Immagini: 81
... a volte galleggiano ...


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun 21 mag 2007, 14:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 apr 2005, 20:24
Messaggi: 514
Immagini: 52
morpheus ha scritto:
... a volte galleggiano ...



....è successo anche a me....

Cmq molto interessante, ero molto curioso di questa cosa. Grazie per la spiegazione.


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven 25 mag 2007, 19:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 01 mar 2005, 14:27
Messaggi: 233
Immagini: 3
mi spiace che questa discusisone sià poco letta e frequentata!!!
Tornando a parlare delle farine che comporranno il mix finale, come decidete quale è migliore rispetto a un'altra, mi spiego meglio in questo greenfish volete inserire 50gr di sepppia e Fabio trova 2/3 farine che potrebbero andare bene, come la scegliete e/o dopo quali prove/test???
Esistono anche test di laboratorio proprio sull materia prima o è solo conoscenza e esperienza??

SI CAPISCE CHE MI PIACE IL MONDO SELF?? AHHAAH



:lol:


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab 26 mag 2007, 13:45 
Non connesso

Iscritto il: dom 30 apr 2006, 0:04
Messaggi: 241
e l'aroa e i liquidi ???????

_________________
ki vuole esser lieto,lieto sia.........
ciao alla proxima
marchetti luca


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom 27 mag 2007, 10:48 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
stefanomandelli ha scritto:
mi spiace che questa discusisone sià poco letta e frequentata!!!
Tornando a parlare delle farine che comporranno il mix finale, come decidete quale è migliore rispetto a un'altra, mi spiego meglio in questo greenfish volete inserire 50gr di sepppia e Fabio trova 2/3 farine che potrebbero andare bene, come la scegliete e/o dopo quali prove/test???
Esistono anche test di laboratorio proprio sull materia prima o è solo conoscenza e esperienza??

SI CAPISCE CHE MI PIACE IL MONDO SELF?? AHHAAH



:lol:


le varianti vengono provate in termini gustativi con un metodo infallibile...ovvero l'assagio :D !
a parte gli scherzi, difficilmente le idee sono così confuse da avere 3-4 varianti, in linea di massima se cerchiamo la "farina di seppia" (per citare il tuo esempio) selezioniamo già all'origine in termini qualitativi le aziende migliori , sfruttando ovviamente le schede tecniche del prodotto che precedono il campione.
in linea di massima, digeribilità, purezza e livello qualitativo vengono certificate da quasi tutte le aziende più grosse del settore.
quello che non si può certificare è il gusto ed appunto in quel caso inteviene l'assagio dei pescatori!

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom 27 mag 2007, 10:57 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
zibibbo ha scritto:
e l'aroa e i liquidi ???????


aromi non è che ne nascano tanti, la linea è ormai consolidata e non vi è gran volontà di cambiare la strda vecchia(collaudata) per la nuova.
in linea di massima per gli aromi ci si affida a 3-4 aziende stracollaudate(purtroppo estere per lo più) limitandosi a chiedere il gusto che interessa ottenere e poi valutare da un punto di vista tecnico le campionature(per tecnico intendo quelle caratteristiche fondamentali di gusto, tenuta al calore ed ai "maltrattamenti" simulati) verificando poi il "pratico" in pesca (dosaggi consigliati, abbinamenti mix-aroma, resa in ambienti specifici ecc.).
quando l'azienda a cui ti rivolgi ti conosce e capisce le esigenze, non ci si mette molto ad ottenere un prodotto consono e di elevato standard.

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom 27 mag 2007, 13:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 01 mar 2005, 14:27
Messaggi: 233
Immagini: 3
sergio tomasella ha scritto:
stefanomandelli ha scritto:
mi spiace che questa discusisone sià poco letta e frequentata!!!
Tornando a parlare delle farine che comporranno il mix finale, come decidete quale è migliore rispetto a un'altra, mi spiego meglio in questo greenfish volete inserire 50gr di sepppia e Fabio trova 2/3 farine che potrebbero andare bene, come la scegliete e/o dopo quali prove/test???
Esistono anche test di laboratorio proprio sull materia prima o è solo conoscenza e esperienza??

SI CAPISCE CHE MI PIACE IL MONDO SELF?? AHHAAH



:lol:


le varianti vengono provate in termini gustativi con un metodo infallibile...ovvero l'assagio :D !
a parte gli scherzi, difficilmente le idee sono così confuse da avere 3-4 varianti, in linea di massima se cerchiamo la "farina di seppia" (per citare il tuo esempio) selezioniamo già all'origine in termini qualitativi le aziende migliori , sfruttando ovviamente le schede tecniche del prodotto che precedono il campione.
in linea di massima, digeribilità, purezza e livello qualitativo vengono certificate da quasi tutte le aziende più grosse del settore.
quello che non si può certificare è il gusto ed appunto in quel caso inteviene l'assagio dei pescatori!


OK come al sempre chiarissimo!!!!!!
Ok una volta che avete tutte le farine necessarie per il nuovo mix le mette assieme impastate rollate e qual è l'iter dei test?? ognuno rolla la sua base aromatica? tuti la stessa... .. ecc ecc????
ciao


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom 27 mag 2007, 14:41 
Non connesso

Iscritto il: gio 02 mar 2006, 23:59
Messaggi: 20
Località: provincia pescara
sergio, tu dici che un aroma da un impronta gustativa al mix. ma ci sono, a priori, dei gusti che non sono accettati dalle carpe?
nel senso, se io ho il ketia mix e lo rollo con 10 aromi differenti avrò 10 "sapori" differenti di keltia mix: posso gia escludere a priori, assaggiando, alcuni aromi dei 10 che posso scartare perche mal si abbinano con il suddetto mix?
ed infine, uno stesso aroma ma con solvente differente, "insaporisce" im modo diverso il mix???


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom 27 mag 2007, 17:55 
Non connesso
Tester Big Fish/Richworth
Tester Big Fish/Richworth
Avatar utente

Iscritto il: mer 06 ott 2004, 16:12
Messaggi: 5488
Immagini: 873
ronin ha scritto:
sergio, tu dici che un aroma da un impronta gustativa al mix. ma ci sono, a priori, dei gusti che non sono accettati dalle carpe?
nel senso, se io ho il ketia mix e lo rollo con 10 aromi differenti avrò 10 "sapori" differenti di keltia mix: posso gia escludere a priori, assaggiando, alcuni aromi dei 10 che posso scartare perche mal si abbinano con il suddetto mix?
ed infine, uno stesso aroma ma con solvente differente, "insaporisce" im modo diverso il mix???


parlavo di asaggiare le farine, gli aromi vengono provati sul campo, ossia in pesca.
non si può prendere la stessa base e scioglierla in solventi diversi. quindi il paragone non è sostenibile. scopex oil e aroma scopex del catalogo sono due aromi diversi, non la stessa base sciolta in solventi diversi.
solvente e base sono legati fra loro, non sono due fattori mescibili a piacere.

_________________
Crazycarpangler sviluppo prodotti Big-Fish s.r.l.




Top
 Profilo E-mail Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom 27 mag 2007, 21:27 
Non connesso

Iscritto il: gio 02 mar 2006, 23:59
Messaggi: 20
Località: provincia pescara
ok. avevo capito male. ma all'ora, tornando al tuo esempio dello scopex, quale fattore, in linea di massima, ti porta ad utlizzare un olio o un aroma in un mix?
mentre cosa comporta l'accoppiare uno scopex oil con un aroma scopex?
io ho rollato il 50/50 con banana oil e aroma alla banana tempo fa (se non erro consigliato da BF l'anno scorso, ma forse ricordo male)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun 28 mag 2007, 11:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 01 mar 2005, 14:27
Messaggi: 233
Immagini: 3
stefanomandelli ha scritto:
sergio tomasella ha scritto:
stefanomandelli ha scritto:
mi spiace che questa discusisone sià poco letta e frequentata!!!
Tornando a parlare delle farine che comporranno il mix finale, come decidete quale è migliore rispetto a un'altra, mi spiego meglio in questo greenfish volete inserire 50gr di sepppia e Fabio trova 2/3 farine che potrebbero andare bene, come la scegliete e/o dopo quali prove/test???
Esistono anche test di laboratorio proprio sull materia prima o è solo conoscenza e esperienza??

SI CAPISCE CHE MI PIACE IL MONDO SELF?? AHHAAH



:lol:


le varianti vengono provate in termini gustativi con un metodo infallibile...ovvero l'assagio :D !
a parte gli scherzi, difficilmente le idee sono così confuse da avere 3-4 varianti, in linea di massima se cerchiamo la "farina di seppia" (per citare il tuo esempio) selezioniamo già all'origine in termini qualitativi le aziende migliori , sfruttando ovviamente le schede tecniche del prodotto che precedono il campione.
in linea di massima, digeribilità, purezza e livello qualitativo vengono certificate da quasi tutte le aziende più grosse del settore.
quello che non si può certificare è il gusto ed appunto in quel caso inteviene l'assagio dei pescatori!


OK come al sempre chiarissimo!!!!!!
Ok una volta che avete tutte le farine necessarie per il nuovo mix le mette assieme impastate rollate e qual è l'iter dei test?? ognuno rolla la sua base aromatica? tuti la stessa... .. ecc ecc????
ciao


Top
 Profilo Album personale  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar 29 mag 2007, 10:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 01 mar 2005, 14:27
Messaggi: 233
Immagini: 3
riporto su pure io
mi interessa la risspota !!!
UPPPP!!


Top
 Profilo Album personale  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 39 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.