5.6 il birdfood mix Rosso

di
birdfood mix rivista (2)

Quando si parla di birdfood mix, non si può non nominare l’ingrediente più famoso in assoluto per quello che riguarda questa categoria di prodotti: il Robin red della Britannica Haith’s!

Questo stranissimo pastoncino speziato colpì l’attenzione dei carpisti fin dagli anni ’70 ma il suo utilizzo specialistico si deve ad un pescatore del Kent (coevo di Fred Wilton) , tale Jan Booker , il quale salì alla ribalta grazie al suo strepitoso “birdfood” mix rosso , composto da Robin red, Nectarblend e Casilan (un integratore a base di caseine).

ian booker 2

Di questo mix primordiale non si conosce la ricetta precisa, anche se è facile intuire , seguendo lo stile dell’epoca, che i tre ingredienti fossero inseriti in parti uguali fino a raggiungere la Libbra di peso.

Anche Rod Hutchinson fu grande estimatore di questo ingrediente che venne inserito come componente essenziale del suo “The Red Robin Mix” della linea I.T.M mix di Catchum.

Il mio amore ed interesse per questo straordinario prodotto , di cui parlerò in maniera approfondita nel capitolo apposito , nacque quando insieme a Sandro Minotto , ne acquistai un intero sacco da 20 kg . direttamente da Haith’s in Inghilterra credo nel 1998.

Robin-Red

Ricordo ancora la fragranza , l’untuosità , il gusto ed il prezzo esorbitante pagato in termini di trasporto per ottenere questo ingredienti dei nostri sogni , che divenne parte integrante del mio birdfood rosso (che chiamavo Robin red mix) e di diversi mix a base di farine di pesce che Sandro usava con successo in canale.

A dire la verità , con quella spedizione facemmo arrivare altri interessanti prodotti speziati dalla stessa azienda , tipo lo Spanish Red Pepper (RRR),un pastone pieno di paprika e pepe; il Red Factor ,un biscotto dolce con una lieve integrazione di carotenoidi e il red band ,una miscela per piccioni addizionata di anice, che poi sarebbe diventata super red , micronizzata e miscelata alla base del Robin red.

SCCF01002 SCSF01007 SCSM01004 SCSF01009 haiths-red-band__600 Ultimate-SuperRed

In pratica , sul mercato non esistevano molte varianti di pastoni pigmentanti , ovvero addizionati di fattori specifici (carotenoidi) in grado di virare al rosso il piumaggio degli uccellini e certamente nessuno si avvicinava per gusto all’originale prodotto Inglese.

170201_rosso_1kg Quiko_Special_R_Canary_Red_Factor_Egg_Food_A_SS_1cdbbbd56494c241c4a480008e7acfc04_f280Fly-Hobby-Pastoncino-Rosso-canarini

Ma cosa c’è di differente in termini pratici fra il birdfood giallo , dolce, già descritto nel precedente capitolo e queste variazioni colorate e speziate?

Sostanzialmente il gusto più deciso e certamente molto appetito dalla carpa in genere, la componente speziata che rende il tutto particolarmente assimilabile e stimolante per il sistema digerente dell’animale, tanto da rendere questo tipo di miscele ed ingredienti , una base ideale per trasformare un birdfood mix , in una variante più nutriente e performante in termini di condizionamento del pesce ,sviluppando le versioni “fish” di cui parleremo nella prossima puntata.

Il mio rapporto con il robin red mix , è legato a ricordi di pescate eccezionali svolte durante il periodo estivo in acqua temperata , dove gli olii e le sostanze assolutamente attrattive contenute in queste miscele esercitavano il massimo potenziale in termini di dispersione in acqua , consentendo una forte attrazione verticale del pesce (queste particelle si muovono dal fondo verso la superficie)proprio nel periodo dell’anno in cui le carpe comunque tendono a sostare negli strati più superficiali d’acqua e devono quindi essere guidate verso il basso in prossimità dell’esca e della nostra pastura di richiamo.

sile e amarcord 021 sile e amarcord 024 sile e amarcord 027

I miei primi tentativi di saggiare le potenzialità del Robin Red , sono riconducibili alla caratterizzazione del 50\50 già ampiamente descritta nell’intervento dell’amico Forcolin e mi fecero facilmente intuire le potenzialità di questo tipo di sostanze, inserite in un mix opportunamente costruito ad Hoc.

A onor del vero , confrontai prodotti apparentemente simili, come lo Spanish RRR , il pastoncino rosso di Ravasi ed il pigmentante della Quikò , ma il successo sul campo decretò la superiorità del prodotto Haith’s , come prima di me avevano capito i brillanti guru del passato!

Non è un caso quindi che Robin Red sia un prodotto comunemente usato da decine di case produttrici di esche e miscele per esca e rappresenti spesso uno dei pochi punti d’incontro universalmente riconosciuti!

Nello sviluppo del progetto red birdfood quindi questo divenne l’ingrediente di base , inserito in una struttura decisamente più tosta come gusto e come nutrimento rispetto al percorso individuato per il Giallo.

Dopo numerose stagioni di prova, mi attesati come dosaggio ideale di Robin Red fra i 100 e i 180 grammi massimo , soglia oltre la quale l’efficacia non aumentava più in rapporto interessante rispetto al costo del risultato finale.

Al prodotto Haith’s affiancai il fantastico CèDè Belga all’uovo ed addizionai il tutto con soia , isolato di soia , latte scremato per alzare la nutritività finale del costrutto e amido di patata per contrastare l’effetto slegante degli ingredienti di base.

La ricetta prevedeva quindi :

  • 350 grammi di Cèdè
  • 150 grammi di Robin Red
  • 200 grammi di Soia Tostata deamarizzata Nurupan
  • 50 grammi di isolato di soia
  • 200 grammi di latte scremato spray
  • 50 grammi di amido di patata

cede-canarini-secco eivoer Proteine_Soia_90_4b585532ca49c fecola_di_patate_DWN

Questo rimase il mio red-mix prediletto fino circa al 2003, quando sostituii il pastoncino di supporto con dei prodotti strepitosi per l’epoca con cui venni a conoscenza in quegli anni grazie alle mie ricerche per produrre miscele adatte allo sviluppo aziendale , i favolosi ed italianissimi Progeo , ormai scomparsi dal mercato!

platino1

Questa rimane comunque per me una ricetta di riferimento che mi sento di suggerire senza remore e che funziona altrettanto bene anche se costruita esclusivamente con prodotti Haith’s , sostituendo il pastoncino per canarini CèDè con l’Inglese Red Factor , nelle stesse quantità e proporzioni.

Mi viene da aggiungere che oggi ci sono molti pastoncini tecnici disponibili sul mercato e che probabilmente tanti si prestano a sostituire la base indicata in questa ricetta specifica , cercando magari di rispettare il bilanciamento nutritivo facilmente verificabile osservando le schede tecniche e che questo tipo di ricette basilari siano particolarmente adatte per verificare la funzionalità degli ingredienti prima di strutturare prodotti e percorsi più complessi e dispendiosi.

4132_g 1300000000338 1300547801762 DSCN3903[1] HB_ALIM._COMPLET_4d6e529a08b70 orlux-gold-pata-canarini

La mia particolare ed efficace ricetta estiva , prevedeva di potenziare l’effetto stimolante dei carotenoidi , inserendo il Licopene , sfruttando un ingrediente naturale particolarmente ricco di questa sostanza ed eccezionalmente a buon mercato , il pomodoro.

1kg-bulk-packing-font-b-Lycopene-b-font-herbal-font-b-extract-b-font-5-1 2009102893547

Estate:

1000 grammi birdfood rosso

7 uova medie

200 ml. Triplo concentrato di pomodoro

20 ml. Olio di fegato di merluzzo

7 ml. Aroma Scopex

7 ml. Dolcificante intenso

10 gocce olio essenziale anice stellato

birdfood mix rivista (2) concentrato_q7bx37kf download (1) PEA60001olio-essenziale-anice-10-ml-scopexdolc

Nella prossima puntata ci addentreremo nel complesso mondo dei Bird-fish Mix

Comments

comments

L'autore

Sergio Tomasella nasce a Vittorio Veneto nel 72. Grazie ai genitori conosce la pesca da giovane. Carpista della prima ora, pioniere di laghi quali Endine e Pusiano. Sue tra le catture piu' grosse di quegli anni... Ricercatore e studioso dagli spiccati interessi scientifici e con grandi competenze nel mondo degli integratori sportivi . Tutti tasselli che lo portano ai vertici nazionali nello studio, e nello sviluppo della boilie. Fondamentale poi la collaborazione con BigFish che da il via ad una nuova era. Mai presente per suo volere sulla carta stampata, sceglie e crede tra i primi nel web come mezzo per comunicare. Unico pescatore in Italia ad intrattenere corrispondenza con il padre della boilie Fred Wilton. Sua la teoria delle esche basata sulla relazione tra determinate tipologie di grassi e la loro attrattività. Sergio Tomasella e' da sempre considerato un guru dell'esca oltre che un pescatore di sani principi.

Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.