8.3 Red Fish mix

di
faccio boilies 02 2005 002

Nel paragrafo sui birdfish mix, abbiamo già analizzato quanto possa essere ambigua la definizione  visto che in diverse miscele considerate “fish mix” sono comunque presenti dei pastoncini per uccelli.

Nel caso dei mix al pesce “ rossi” , come ad esempio i famosissimi Club  e Red Herring di Solar o il Red fish mix di Big Fish ,la presenza del pastoncino per eccellenza (il Robin Red Haiths )è ovviamente innegabile! I quantitativi inseriti ,sono comunque tali da non poter essere ritenuto un ingrediente di base, ma un complementare.

clubmix-basemix red-herring-base-mix-solar

red

Per questo motivo descriverò lo sviluppo del Red Fish mix in questo paragrafo dedicato ai progetti basati sulle farine di pesce .

Il connubio spezie\fishmeal è forse uno dei più cari ai self maker di tutto il mondo perché indiscutibilmente efficace e performante.

Diciamo che spesso la presenza della componente vegetale è travisata in quanto la maggior parte degli appassionati tende a considerare solo gli aspetti legati alla digeribilità del prodotto finale , sottovalutando invece il principale vantaggio che è quello legato a gusto ed attrazione.

cover-spezie

Conosciamo da secoli le qualità digestive dei principi attivi contenuti nelle piante aromatiche e nelle spezie che nel passato furono merce di scambio preziosa e motivo scatenante di guerre sanguinarie.

Anche la carpa è sensibile a queste sostanze e certamente la digeribilità finale dell’esca ne guadagna, anche se di fatto il pesce non ha grosse difficoltà nel metabolizzare le proteine animali contenute nei fish mix in genere.

Il Robin red è quindi essenzialmente un ottimo gustativo in grado di stimolare la voglia di nutrirsi del pesce , oltre ad offrire un supporto fenomenale nel condizionamento durante la pasturazione in quanto le grosse carpe imparano presto a riconoscere un’esca che lo contiene da una che ne è priva.

robin red

Come dire che una boilie rossa e speziata non ha bisogno di tanto supporto aromatico di natura chimica per essere individuata e riconosciuta durante la pasturazione, e questo è di certo un vantaggio nelle lunghe campagne di pre-baiting.

In concomitanza con lo studio del birdfood rosso, di cui ho già scritto nel capitolo dedicato, mi trovai a fare prove e verifiche anche su miscele più toste dal punto di vista nutritivo , basate sia su farine e derivati del pesce, sia su carne e interiora.

Ad onor del vero i primi prototipi sviluppati erano più birdfish che fishmix in quanto oltre al robin red inserivo altri pastoni come supporto alla base di lavoro , dovettero quindi passare alcuni anni prima che mi dedicassi allo studio di una miscela rossa senza cibo per uccelli.

Il progetto di partenza doveva essere un’esca a forte presenza di pesce, con un gusto deciso ma bilanciato dalla presenza di spezie che completassero la pallina rendendola fortemente attrattiva anche se rollata neutra.

All’epoca anch’io ero condizionato dal credo che il peperoncino e la paprika contenuti nei pastoni rossi , aiutassero la digestione nel pesce, anche se non vi era nessuna evidenza scientifica che lo dimostrasse , ad esclusioni di studi sulla capsaicina applicati però all’essere umano.

Mi accorsi invece, fin dalle prime pescate , che la variante speziata in alcune stagioni e in determinate tipologie di acque faceva enorme differenza rispetto alla stessa esca senza inclusione di questa tipologia di ingredienti.

In particolar modo, i grandi laghi naturali, sul finire dell’estate e per tutto l’autunno, rivelavano la superiore efficacia della boilie rossa rispetto al normale fishmix.

Nel progetto Red Fish , la base in termini di farine di pesce era l’aringa danese FF , poi commercializzata da Big Fish come ultrafishmeal , un prodotto LT (essiccata a bassa temperatura) molto ricco in proteine e gusto .

herring fish meal ultra fishmeal

A questa componente di base veniva affiancata la farina di salmone sempre LT , per apportare grassi essenziali fondamentali e il predigerito di pesce per garantire una componente solubile attrattiva.

salmone

Infine per esaltare il gusto finale utilizzai il gamberetto fermentato in pasta ,noto nel mondo del carpfishing come Belachan.

sptc3301_2l shrimp-paste

Questo strepitoso ingrediente di gusto veniva all’inizio commercializzato solo nella sua forma originale, una sorta di blocco gommoso che andava grattugiato nel secco e poi fatto riposare nel mix finito per trasferire il suo forte odore a tutta la miscela . In un secondo momento le aziende specializzate riuscirono a ricavare una forma in polvere più facile da gestire e dosare, anche se io propendo fortemente per la prima versione a mio avviso più forte come odore e gusto.

5713459496_ebb22d2bb0_b 12390_600 1769-72

Quindi la parte animale era così strutturata:

-200 grammi di aringa LT

-100 grammi di salmone LT

-50 grammi di predigested

-50 grammi di belachan

Lo scopo del progetto , atto a creare un’esca dal forte impatto alimentare, mi spinse ad aggiungere nutrienti sotto forma di proteine del latte, per consolidare lo spettro amminoacidico finale e strutturare un’esca di buona resistenza in acqua , ideale per affrontare qualsivoglia condizione e resistere anche ai pesci di disturbo certamente attratti a loro volta da così tanti stimoli.

Inserii quindi la caseina rennet , il caseinato di sodio(forma solubile della caseina, ottimo emulsionante per i grassi delle farine di pesce)ed il latte totalmente scremato in polvere.

caseinato

La dose impostata fu così distribuita:

-100 grammi di latte scremato

-70 grammi caseina

-30 grammi di caseinato

A questo punto selezionai le spezie più adatte al mio scopo , cercando di costruire un gusto intenso ma omogeneo e inserendo stimoli chimici ben precisi sotto forma di carotenoidi, di cui abbiamo già parlato nel paragrafo sul birdfood rosso.

carotenoidi

La miscela di spezie, realizzata alcune settimane prima della realizzazione del mix, allo scopo di lasciare il tempo per amalgamarsi ai vari ingredienti, era composta di:

-60 grammi di farina di carote, ricca fonte di betacarotene

Beta-carotene-30-50-96-Salt-alga farina-di-carota farina di carota

-50 grammi di farina di pomodoro , per il licopene

farina-di-pomodoro

-10 grammi di paprika, per il contenuto di capsaicina

paprika shapur-paprika-dolce-25x100g

-10 grammi di fieno greco , per le qualità legate alla digestione delle proteine

fieno

-10 grammi zenzero in polvere , ricco di principi attivi utili alla digestione

ginger ginger2

-5 grammi di curcuma in polvere , un interessante stimolatore di appetito

curcuma-sonnentor-big

-5 grammi di Carophilla rossa, ricchissima di carotenoidi

carophyll redphyll-carophyll-rosso-150-gr

Il tutto miscelato insieme e lasciato appunto riposare in vaso ermetico per una 15 di giorni prima di essere inserito , nell’ordine del 15% nel mix.

spezie self 2

Ovviamente questa parte speziata può venir sostituita dal Robin Red della Haiths in pari dosaggio, ma io ritenevo più stimolante sviluppare da solo la mia versione personale del famosissimo pastoncino Inglese.

In termini pratici , le due tipologie di pastone non differirono in maniera marcata come resa in pesca, unica differenza una maggior costanza della miscela self made a prescindere dalla stagione , contro un relativo calo di prestazione della versione commerciale Inglese con il sopraggiungere del freddo.

Quindi lascio a voi la scelta avendo ben chiaro che l’utilizzo della base già pronta di Haiths  semplifica la vita in termini di reperibilità, mentre la mia versione permette un’utilizzo più mirato(ogni ingrediente ha un suo perché) e costa meno a patto di realizzare molti kg. Di mix e di comprare quindi le materie prime in buona quantità.

Per completare la ricca miscela non poteva mancare la soia tostata , ricca di bioflavonoidi e proteine vegetali e un indurente tosto a contrasto del reticolo creato dai derivati del latte, la maizena o amido di mais.

amido-di-mais-senza-glutine-250-gr-maizena

-200 grammi di soia Nurupan

-50 grammi di maizena

Ricapitolando quindi la ricetta completa del Red fish mix è così composta:

-200 grammi di soia Nurupan

-200 grammi di farina d’aringa LT

-150 grammi di composto speziato (oppure Robin Red Haiths)

-100 grammi di farina di salmone LT

-100 grammi di latte scremato spray

-70 grammi di caseina rennet

-50 grammi di predigerito di pesce

-50 grammi di belachan grattuggiato

-50 grammi di maizena

-30 grammi di caseinato di sodio

Ne scaturisce un mix molto completo in termini di nutrienti , attrazione e gusto che può essere utilizzato anche solo impastato con l’uovo.

Sono particolarmente legato ad una base liquida che si è rivelata sempre molto produttiva soprattutto in grandi laghi ricchi di alimento naturale come i bacini della Carinzia dove pescai con continuità per diversi anni.

austria 2007 031

La ricetta prevedeva di impastare un kilogrammo di mix con 7 uova medie , 50 ml. Di triplo concentrato di pomodoro ,30 ml. Di succo concentrato di melograno , 20 ml. di liquore al mirtillo , 5 ml. aroma “berry” e 7 ml. di dolcificante NHDC.

pomodoro cuore-di-melograno-succo-di-melograno-concentrato-500-ml

liquore

La forte componente acida dei frutti rossi e del pomodoro ha sempre giocato un ruolo fondamentale nell’amplificare l’attrattività di questa miscela al pesce , regalando una continuità di catture e di taglia difficilmente paragonabile ad altri fish mix.

cranberry-500x500-0 HB0057_1 mulberry

Per alzare ulteriormente il target in termini di efficacia ed attrazione , bisogna decisamente virare colore verso il verde!

Nel prossimo paragrafo parleremo di un grande successo commerciale , un mix molto tecnico e complesso: Green fish mix.

 

Comments

comments

L'autore

Sergio Tomasella nasce a Vittorio Veneto nel 72. Grazie ai genitori conosce la pesca da giovane. Carpista della prima ora, pioniere di laghi quali Endine e Pusiano. Sue tra le catture piu' grosse di quegli anni... Ricercatore e studioso dagli spiccati interessi scientifici e con grandi competenze nel mondo degli integratori sportivi . Tutti tasselli che lo portano ai vertici nazionali nello studio, e nello sviluppo della boilie. Fondamentale poi la collaborazione con BigFish che da il via ad una nuova era. Mai presente per suo volere sulla carta stampata, sceglie e crede tra i primi nel web come mezzo per comunicare. Unico pescatore in Italia ad intrattenere corrispondenza con il padre della boilie Fred Wilton. Sua la teoria delle esche basata sulla relazione tra determinate tipologie di grassi e la loro attrattività. Sergio Tomasella e' da sempre considerato un guru dell'esca oltre che un pescatore di sani principi.

Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.