Boiles Leon Pulsion / Pro Catcher (prima parte)

di
image

Grazie alla stima e l’amicizia ormai decennale la collaborazione tra Leon e Big Fish (nella figura di Fabio Boscolo) continua a funzionare.

image

L’enorme successo delle canne marchiate Leon non lascia spazio a dubbi sull’ottimo lavoro svolto tanto da portare i due a pianificare la nuova linea di esche firmata Leon. Di certo non è nel DNA di un pescatore del suo calibro limitarsi a fare da prestanome ad una pallina qualunque infatti lui ha sempre seguito le sue ragioni, il suo modo di pescare, le sue idee per metterle a disposizione di tanti appassionati carpisti. BigFish grazie alla smisurata fiducia verso uno dei più bravi Angler europei, gli ha lasciato carta bianca cercando di soddisfare tutte le sue esigenze sapendo che la sua esperienza porterà ad ottimi risultati. Sono i dettagli quelli che contano e chi meglio di Leon può raccontarmi il lavoro svolto. Spinto dalla mia grande curiosità mi sono messo negli insoliti panni di giornalista ritrovandomi a scrivere alcune domande, sperando di avere risposte soddisfacenti data la sua grande disponibilità.

QUATTRO CHIACCHIERE CON LEON

FA: Ciao Leon grazie per la disponibilità, ma andiamo subito al sodo: Quando è iniziato il progetto Pulsion?

LEON: Ciao Francesco, beh in realtà il progetto Pulsion è nato qualche anno fa nella mia mente! Attraverso un’intensiva analisi, divenne ovvio che l’ottimizzazione della boilie a diversi livelli era possibile: Attrazione istantanea/stimolazione, digeribilità, valore nutrizionale, identificazione e dipendenza a lungo termine. La questione fondamentale è principalmente quella di usare le giuste combinazioni di attrattori in una ricetta ben equilibrata. Tutto ciò potrebbe sembrare facile, ma in realtà è un equilibrio molto delicato tra aromi, attrattori, dolcificanti ed ingredienti che potrebbero interagire in modo negativo ed avere effetti avversi nel breve e nel lungo periodo. La trama è un altro fattore chiave nell’efficenza della boilie. Il giusto reticolo aiuterà alcuni attrattori a fuoriuscire in modo lento e progressivo in un periodo relativamente lungo, invece di essere imprigionati per sempre o di essere espulsi in un paio d’ore. Inoltre in questo modo l’esca può essere facilmente sgretolata dalla carpa assicurando una più veloce assimilazione (digestione).
In passato molti “bait guru” erano convinti che le esche da pastura più elaborate e le esche attrattive fossero due cose diverse. Le prime erano considerate la scelta migliore per le campagne di pasturazione a lungo termine e le seconde invece come esche di poco valore e breve durata. In realtà è possibile combinare il meglio di entrambi i mondi in una singola esca in modo da ottenere un’esca altamente efficace che potrebbe essere usata con successo in quasi tutte le situazione di pesca e adatta ad ogni tipo di approccio. Il valore nutrizionale non è solo una questione di proteine ma anche di altri nutrienti come vitamine e minerali, garantendo inoltre una adeguata disponibilità energetica. Comunque non c’è motivo di dare troppo nutrimento al pesce perché vogliamo che si concentri sull’esca il più a lungo possibile. Il segreto di un buona boilie efficace nel medio e nel lungo periodo consiste nel dare alla carpa il nutrimento necessario affinché ne tragga beneficio dopo averla mangiata. Una volta ingerita dovrebbe essere assimilata abbastanza velocemente ed espulsa poco dopo in modo che il pesce continui a cercarne altra. L’odore ed il sapore inoltre identificano l’esca. In combinazione con un mix bilanciato in una situazione di pasturazione di condizionamento, la carpa assocerà rapidamente quell’odore/sapore ad una buona fonte di cibo e diventerà presto dipendente dallo stesso al punto che mangerà tutte le esche presenti in breve tempo. Quando un pesce è molto attivo e ben nutrito questa “dipendenza” può manifestarsi anche dopo soltanto un paio d’ore. Il progetto Pulsion è nato per fare in modo che tutto funzioni e che si concentri tutto in un’unica esca, tutto ciò è il risultato di oltre 20 anni di test ed esperienza nello sviluppo delle esche.

image

FA: Sappiamo che hai personalmente seguito il processo di sviluppo, ci puoi dire come è stato fatto?

LEON: Quando abbiamo cominciato a ideare la linea Pulsion già sapevo esattamente cosa volevo in termini di attrattori e ingredienti. Invece di usare ingredienti classici abbiamo scelto di completare i nostri mix con alcuni ingredienti esclusivi dai sapori esotici. Per questo le boilies della linea Pulsion hanno un sapore distintivo che le fa essere diverse da qualsiasi altra esca disponibile sul mercato. La trama è semplicemente perfetta, la combinazione di attrattori è la migliore alla quale io potessi aspirare e abbiamo passato 2 interi anni per ottimizzarla e ottenere la massima resa nel breve,medio e lungo periodo. Dal momento che l’esca entra in acqua inizia a lavorare in modo efficace per un periodo abbastanza lungo. Stiamo parlando di un “esca attiva” con un potente stimolatore d’appetito con effetto immediato sulla carpa la quale, una volta mangiata la prima, ne cercherà altre.

FA: La gamma Pulsion comprende un fishmeal, un birdfood e un birdfish, è stata una scelta commerciale o hai valutato l efficacia di ognuno in determinate situazioni?

LEON: Tutte le boiles Pulsion sono state ideate per coprire le maggiori situazioni di pesca nel migliore dei modi tutto l’anno. Comunque io considero le Crab N° 1 le migliori esche per pasturazioni prolungate in fiume e per ottenere risultati immediati in laghi vergini. Le Green Satavia funzionano tutto l’anno, con ottime rese anche nel periodo più caldo e a mio avviso la migliore esca per le erbivore che si possa sognare!!! Le Red Addiction lavorano anch’esse bene tutto l’anno, è una grande esca per l’estate ma sembra dare il meglio di sé nel tardo autunno quando le temperature dell’acqua sono in calo.

image

FA: Pulsion è un nome dato dalla fantasia o possiamo attribuirgli un significato?
LEON: Il termine “Pulsion” sta per “istinto guida incontrollato”, significa che l’esca è attiva e fa impazzire la carpa fino al punto da non potergli più a resistere e voglia mangiarla.

 

image

FA: Il progetto ormai prosegue da tempo e l’esca è stata in continua evoluzione, possiamo considerarla arrivata o c è ancora da migliorare?

LEON: Le 4 varianti della linea Pulsion sono chiaramente le vincitrici di una lunga selezione. Possono essere considerate come delle esche di “nuova generazione” molto efficaci. Ho ancora altre idee per migliorare una boilie ma su livelli completamente diversi e stiamo effettivamente provando a trasformare queste idee in realtà. Tuttavia è presto per parlarne e credo che serviranno un paio di anni per arrivare ad un nuovo concetto.

image
FA: Ocean G-7, appena mostrato a Carpitaly ha suscitato molto interesse, ci puoi dire qualcosa di più su questa gustosa esca?
LEON: Questa nuova esca è il risultato di non meno di 3 anni di ricerca,sviluppo e test. La formula e la trama di questa boilie è stata ottimizzata per avere un massimo potere attrattivo e una digestione veloce. Quest’esca è basata su una grande formula ossia il 50% del mix è basato su alcuni dei migliori e più attrattivi birdfood disponibili e la restante parte è basata su ingredienti di derivazione marina altamente nutrizionali e digeribili (7 in totale – da qui il nome) che forniscono un meraviglioso e irresistibile gusto.La formula è completata da una combinazione di attrattori naturali con un potente stimolatore d’appetito. Questa esca cattura carpe ovunque ed è perfetta sia per pasturazioni durante sessioni in grandi laghi, sia per lunghe pasturazione nelle acque di casa.

image
FA: Ultima domanda. Quali sono le differenze e le similitudini tra Pro Catcher e Pulsion Range?

LEON: La linea Pro-Catcher è basata su formule e combinazioni di attrattori più classiche ed è ideata per adattarsi a qualsiasi situazione nel miglior modo possibile. È perfetta per sessioni brevi e lunghe pasturazioni. La linea Pulsion è basata su formule complesse che hanno bisogno di un processo più lungo. Contengono inoltre attrattori unici ed ingredienti esotici che le rendono differenti da qualsiasi altro prodotto disponibile sul mercato. Tutto in queste boilies è stato ottimizzato per renderle estremamente irresistibili in ogni situazione.  Il loro potere di attrazione sulla carpa è semplicemente incredibile.

image

E su questo credo non ci siano dubbi, i risultati parlano chiaro!!!!!!

image

FA:Grazie ancora Leon!!!

LEON:Non c’è di che, un saluto a tutti da Leon Hoogendjik!!

Comments

comments

L'autore

Alessandrini Francesco pesca praticamente da sempre, grazie alla passione del papà Vincenzo che lo portava con se già in tenera età! Barbi cavedani savette e soprattutto carpe, insidiate all epoca con la polenta. Il suo passaggio alle boiles risulterà automatico. Turano e Corbara sono state le sue palestre, per poi inseguire i suoi sogni sfidando grandi laghi come Bolsena e Bracciano. Spingendosi in acque straniere come il mitico Cassien ed il bellissimo Bled. Ma il fiume rimane la sua più grande passione, il Tevere un grande amore!!

Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.