Io e Solar Tackle

di
TopBanana

Un sabato pomeriggio entrai in un caccia e pesca locale e per quel giorno era stata indetta una manifestazione tecnica con degli esperti (ed il titolare stesso dell’azienda importatrice) di un nuovo marchio, del quale si parlava un gran bene.

Eravamo alla vigilia di una competizione del club, e cominciai a reperire informazioni su come poter utilizzare quei nuovi prodotti.

logo_2013
Solar tackle era quel brand ed è li, nel lontano 1996, che ho cominciato ad utilizzare queste fantastiche esche.
Per la competizione infatti facemmo una scommessa con l’esperto dell’epoca: lui mi disse di utilizzare le boilies squid octopus (12 mila lire 450 gr) e le mitiche pellet koi rearer ( costavano 20 mila lire al kg!!!!) affermando che avremmo vinto la gara, a patto poi di fargli una bella pubblicità al prodotto e inviandomi maglietta e cappellino come premio.
Morale della favola, quella maglietta non mi fu mandata, ma il cappellino si ed è ancora a casa mia. Vincemmo con 150 kg di carpe in 3 giorni(ovviamente anche grazie ad un buono spot).

Storia a parte, ho utilizzato solar tackle assiduamente negli anni. La prima cosa che mi risultò molto strana, per l’epoca, fu il primo contatto con i mitici savay seed mix. La linea allora era composta prevalentemente da questi mix in varie aromatizzazioni, tra cui alcuni ancora oggi vivi, vegeti e super catturanti quali quench e squid octopus. Le ricette del self Made di allora erano molto articolate. Mix a parte, le composizioni liquide erano impallate di additivi vari, tra cui vari aminoacidi, dolcificanti, oli complessi, oli essenziali, stimolatori, cajouser, sense appeal e chi più ne ha più ne metta. Aprendo la guida bait di solar 1995/1996 si trovavano per lo più ricette composte da mix, uova e aromi, al limite combinati. Inizialmente, legato alla mie tradizioni “liquide”, ero molto scettico su quei tipi di composizioni. Dentro me dicevo, non possono competere con le mie, non c’è niente dentro!!!

Ma invece non era così. I potenti additivi liquidi ESTER, il candy sweetner, gli stimulin amino compound, addizionati a quei savay seed mix ricchi di attrattori ed aromi in polvere erano sufficienti a creare esche incredibilmente competitive, veloci ed attrattive. Per me l’utilizzo di quell’esca e’ stata la prima vera evoluzione mentale (e poi anche pratica) nel self Made.
La prima esca dove era il mix a fare la differenza. Aperto il primo sacchetto di quench, mi chiesi come quel mix poteva legare, essendo incredibilmente pieno di semi e pastoncini.
Eppure legava benissimo e permetteva di rollare palline di una qualità totale.

Curiosando nelle mie memorie di pesca ho ritrovato delle ricette che provengono da molto lontano nel tempo ma ancora validissime, composte con aromi e mix che oggi non esistono più, ed altri che esistono ancora e continuano a fare catture qua è la in europa.

Si parte dalla guida 1995/1996

Scan_Pic0008Scan_Pic0007Scan_Pic0006

Scan_Pic0004Scan_Pic0005
Tra tutti, una delle mie preferite ancora oggi e’ quella che veniva chiamata killer combi!!!! 5 ml squid octopus addizionato a 5 ml di Ester cream( 2,5/2,5 per esche più scariche).

Per arrivare poi ad un primo upgrade, 2001, con l’ingresso di unaltro signor mix THE CLUB

Scan_Pic0001Scan_Pic0002Scan_Pic0003

Personalmente non mi piace parlare di assoluto.
Non esiste un’esca migliore di tutte le altre, n’è una efficace sempre ed ovunque. Ma la storia di Solar Tackle e’ fondata su 20 anni di esperienza nella produzione di esche  da carpa e possiamo stare tranquilli di avere innescato un prodotto affidabile e catturante!

Comments

comments

L'autore

Nato ad Arezzo nel 1981, affetto sin da piccolo da "maniacale" passione per la pesca. Scoperto il carp fishing nel lontano 1995, da allora è divenuta fonte giornaliera di pensieri e sogni. Amo i grandi laghi, vivo questa passione nel più grande rispetto per natura, persone, luoghi e pesci. Ogni cattura rappresenta un ricordo, ed ogni ricordo alimenta la passione.

Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.