Whity pool rig

di
DSC_2896

Questa serie di articoli, in cui potrete visionare i rig più usati dai carpisti, vuol essere d’aiuto a chi si sta avvicinando al carpfishing.

In questo caso vi spiego come creare un Whity pool rig, sistema adatta a presentazioni pop up; penso che ognuno, nella propria vita di carpista, debba provare varie presentazioni per poi fare le proprie scelte con cognizione di causa.

Vi mostrerò due versione del Whity pool rig, una classica realizzata con la guaina termorestringente e una creata con i gommini Taska.

Ecco tutto il necessario:

  • Trecciato per terminali Big Fish ASPID
  • Amo Big Fish GLADIO
  • Gommini Taska
  • Guaina termorestringente
  • Oval ring Big Fish
  • Forbici
  • Accendino

 

DSC_2886

 

 

Creare un semplice nodo senza nodo sull’amo.

Qui trovate le istuzioni per creare il nodo senza nodo (Clikka qui per sapere come fare un nodo senza nodo):

DSC_2887

 

Tagliare lo spezzone di capello in eccesso.

DSC_2888

 

In questo caso ho deciso di usare i gommini della taska per il whity pool rig, sono molto comodi in quanto non c’è bisogno di utilizzare guaine termorestringenti con la noia dell’uso del vapore, accendino ecc.

Basterà inserire il gommino sul trecciato e farlo scorrere sul gambo dell’amo, fino a coprire completamente il nodo senza nodo

DSC_2890

 

 

Inserire un anellino, io preferisco quelli ovali.

DSC_2891

Inserire un gommino sul gambo dell’amo per bloccare la corsa dell’anellino, potrete posizionarlo all’altezza che più desiderate, io solitamente lo metto sulla schiena dell’amo all’altezza dell’ardiglione.

DSC_2892

 

 

Innescare una boilies pop up

DSC_2893

 

Bilanciare la pop up con della pasta in tungsteno o con un piombino.

Il Whity pool rig con gommino taska è pronto.

DSC_2896

 

A questo punto vi mostro come creare la curvatura classica del whity pool rig con la guaina termorestringente.

– Tagliare un pezzo di guainetta della lunghezza desiderata e con l’accendino restringerla tutta come vedete in foto tranne pochi mm che andranno infilati sul gambo dell’amo, dando già la curvatura desiderata, successivamente bagnate il trecciato, inserite la guaina sul gambo dell’amo e restringete la restante guaina.

A proposito del metodo sopra citato per restringere la guainetta senza uso del vapore potete visionare questo link: http://www.big-fish.it/magazine/come-utilizzare-le-guaine-termorestringenti-senza-luso-di-vapore/

DSC_2898

Bilanciare la pop up con un piombino o del tungsteno.

 DSC_2899

Comments

comments

L'autore

Federico Chiais, nato ad Asti nel 1982, fina da molto piccolo pesca con metodi tradizionali tinche e carpe negli stagni nei dintorni di casa. A fine degli anni novanta inizia ad essere incuriosito dal carpfishing che lo porta ad abbandonare polenta e pastelle per passare alle boilies. Fa parte del team big fish fin dalla sua nascita, avendo così la possibilità di confrontarsi con alcuni tra i migliori angler italiani presenti nel gruppo. Ama i luoghi di pesca selvaggi e naturali che può "curare" arrivando così a conoscerli a fondo, pensa infatti che la massima soddisfazione data dalla cattura di un pesce debba essere la conseguenza di ricerca e non una casualità. Amante della natura e della fotografia, crede fermamente che il carpfishing non si limiti semplicemente alla cattura di una carpa ma sia il modo di appagare il bisogno che ha ogni uomo di ritornare ad un contatto con la natura che ormai spesso è andato perso.

Copyright @ 2013 BigFish Registro imprese: sede Treviso, iscr. n° 289243 Capitale sociale: 50.000,00 i.v.